Bar non espone il cartello sui rischi del gioco d’azzardo: megamulta di 50 mila euro

26/11/2019 – Rischia una multa pesantissima, nell’ordine di cinquantamila euro, il titolare cinese di un bar di Casgtelnovo Monti per violazioni che riguardano la prevenzione delle patologie da gioco d’azzardo.

Le violazioni sono state accertate nella serata di ieri dagli agenti di P.G. della divisione di polizia amministrativa della Questura di Reggio Emilia, nel corso di controlli condotti di concerto con l’agenzia dei Monopoli e col supporto del Reparto Prevenzione Crimine e che hanno interessato quattro esercizi castelnovesi, tre dei quali risultati in regola con le normative statali e comunali.

Non così, riferisce la Questura, il Wang Jiao Cafè di piazza Beretti. La polizia ha comminato una sanzione di 400 Euro al titolare perchè il bar continuava l’attività oltre la mezzanotte, ma senza essere attrezzato, in prossimità di un’uscita del locale, con l’apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico, e neppure con kit usa e getta.

Ben più pesanti le sanzioni comminate dai funzionari dei Monopoli Emilia-Romagna: il titolare non ha affisso all’ingresso e all’interno dell’esercizio commerciale, la locandina che informa la clientela sui rischi connessi al gioco d’azzardo e sui servizi di cura e riabilitazione. E’ ilcartello,ormai diffuso dappertutto “se il gioco diventa un problema, puoi chiedere aiuto”. Inoltre i funzionari hanno accertato il mancato pagamento dell’imposta intrattenimenti su un calcio balilla.

La mancata affissione della locandina, in base al decreto Balduzzi del 2013, può costare una sanzione amministrativa di 50 mila euro, con una possibilità non trascurabile di fallimento dell’attività.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *