Addio a Odoardo Dall’Aglio contadino reggiano,
indimenticabile Oreste in Novecento di Bertolucci

7/11/2019 – Ieri Reggio Emilia ha salutato Odoardo Dall’Aglio, agricoltore, morto a 90 anni per un malore che lo ha colto in casa a Pieve Rossa. Dopo la cerimonia funebre e la cremazione a Coviolo, le ceneri sono state tumulate nel cimitero di Mancasale, dove riposano i genitori.

Odoardo dall’Aglio è entrato nella storia del grande cinema per aver impersonato Oreste, il mezzadro ribelle, in Novecento di Bernardo Bertolucci, recitando accanto a Gerard Depardieu, a Stefania Sandrelli, Robert de Niro e Donald Sutherland.

Novecento atto primo: Oreste pronuncia il suo discorso, alla testa dei contadini in sciopero

E’ stata una crisi cardiaca a portarselo via. La badante, che era in casa con lui, ha chiamato subito il 118, ma l’intervento del personale sanitario è risultato inutile.

Dall’Aglio aveva lavorato come agricoltore a San Prospero Strinati e poi a Pieve Rossa. La felice parentesi di Novecento gli aveva permesso di portare sul set la sua vita reale di contadino, e anche per quella interpretazione così autentica e vissuta era diventato famoso a livello internazionale. Con la moglie Vanda Galimberti, morta quattro anni fa, era stato anche un ballerino provetto di liscio: la coppia aveva vinto numerose gare di ballo.

Odoardo Dall’Aglio nei panni di Oreste
Condividi

Una risposta a 1

  1. Guido Carboni Rispondi

    07/11/2019 alle 16:56

    Novecento il nome con cui noi lo chiamavamo, una volta mi disse di avere lavorato anche nel film l’albero degli zoccoli, un gran simpatico e sempre allegro!!! Ciao novecento

Rispondi a Guido Carboni Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *