Spaccio di cocaina ed estorsioni: quattro arresti. In carcere padre e figlio di Isola Capo Rizzuto

31/10/2019 – Due uomini, padre e figlio, di Isola Capo Rizzuto in carcere e altre due persone ( un campano e un palermitano residente a Sant’Ilario) agli arresti domiciliari. E’ il bilancio di un’operazione condotta dalla polizia di Reggio Emilia, per tentata rapina, estorsione e spaccio di stupefacenti. Operazione che ha preso le mosse in maggio dall’arresto di un giovane tossicodipendente autore di un tentativo di rapina ai danni di un esercizio commerciale. Le indagini coordinate dalla Procura reggiana hanno permesso di individuare i due calabresi e il campano quali fornitori di droga del tossicodipendente, e di sequestrare un etto e mezzo di cocaina oltre che di smantellare una rete di spaccio al minuto.

Le indagini inoltre hanno accertato un’attività estorsiva ai danni del tossicodipendente: estorsioni con violenze e minacce (anche con una pistola, presumibilmente finta) volte a ottenere il pagamento di debito contratto per rifornimenti di droga. Per questo reato è stata arrestata una quarta persona, il palermitano di s. Ilario, non direttamente legata al traffico di stupefacenti. Sono quattro, quindi, le misure cautelari disposte dal Gip di Reggio su richiesta della Procura. Padre e figlio calabresi, come detto, sono in carcere: il padre è stato rintracciato a Isola Capo Rizzuto.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *