Smartphone incollato all’orecchio
Ragazza scappa, si schianta, distrugge l’auto e finisce all’ospedale per non farsi multare dalla Polizia

29/10/2019 – Scappa, distrugge l’auto e finisce all’ospedale per non farsi beccare dalla polizia mentre guida con lo smatphone incollato all’orecchio. E’ accaduto nel corso del controlli straordinari messi in atto dalla Polizia Stradale, che ha sanzionato numerosi automobiliti per comportamenti imprudenti e pericolosi: dai sorpassi azzardati, alla guida irregolare in prossimità di attraversamenti pedonali o ciclabili sino, appunto, all’uso del cellulare durante la guida.

Comportamenti imprudenti colpiti con sanzioni amministrative da €165 a € 661, oltre alla decurtazione di cinque punti sulla patente di guida.

In particolare una pattuglia della Stradale, proveniente da San Maurizio ed intenta a percorrere la tangenziale di Reggio Emilia verso Parma, ha notato lo strano comportamento di una macchina che procedeva sulla prima corsia di marcia.

“Affiancando detto veicolo – spiega il comando Polstrada – gli agenti notavano come l’autista, togliendo lo sguardo dalla strada, si adoperava a lungo nell’utilizzare il proprio telefono cellulare.

Gli Agenti si adoperavano per richiamare l’attenzione del conducente il quale una volta ripreso il controllo del veicolo, “veniva invitato a fermare il proprio mezzo in sicurezza”.

“Improvvisamente il conducente, col chiaro intento di evitare il controllo, si lanciava a forte velocità dirigendosi lungo la tangenziale, con scarti improvvisi e pericolosi, tipo telefilm, mentre sorpassava gli algtri messi

Raggiunto lo svincolo della tangenziale che conduce su via Morandi, l’automobilista “forse al fine di sfuggire alla pattuglia della Stradale, percorreva della deviazione a fortissima velocità andando però a perdere il controllo dell’autovettura; dopo aver urtato lo spartitraffico con la fiancata sinisgtra, a causa dell’alta velocità si è capovolta schiantandosi al suolo e si è di nuovo ribaltata “tornando in assetto guida, ma in senso contrario”.

“L’automobilista, una ragazza neopatentata di venti anni residente a Reggio Emilia, veniva soccorsa immediatamente dagli agenti operanti, ai quali riferiva di essere scappata perché non voleva essere sanzionata per l’uso del telefonino”.

La ragazza è statga portata ‘urgenza dal 118 al Santa Maria Nuova, per ferite fortunatamente non gravi, ma l’auto è andatga completamente distrutta.

I controlli sulle ssgtrade, neanche a dirlo, proseguiranno.

Negli ultimi giorni grazie alle diverse pattuglie operanti nell’intera provincia di Reggio Emilia sono stati individuati e sanzionati numerosi automobilisti, che durante le operazioni di guida e tra queste: sorpassi, impegno di intersezioni stradali, avvicinamento a zone pedonali, approssimarsi ad attraversamenti pedonali o ciclabili, facevano uso di smartphone.

Comportamenti imprudenti che sono stati sanzionati con una sanzione amministrativa da €165 a € 661, oltre alla decurtazione di cinque punti sulla patente di guida.

In particolare una pattuglia della Stradale, proveniente da San Maurizio ed intenta a percorrere la tangenziale di Reggio Emilia verso Parma, si avvedeva di uno strano comportamento tenuto da una autovettura marciante sulla prima corsia di marcia.

Affiancando detto veicolo, notavano come l’autista, togliendo lo sguardo dalla strada che stava percorrendo, si adoperava a lungo nell’utilizzare il proprio telefono cellulare.

Gli Agenti si adoperavano per richiamare l’attenzione del conducente il quale una volta ripreso il controllo del veicolo, veniva invitato a fermare il proprio mezzo in sicurezza.

Improvvisamente il conducente, con il chiaro intento di evitare il controllo, si lanciava a forte velocità dirigendosi lungo la tangenziale, ove all’atto di oltrepassare i veicoli compiva scarti improvvisi e pericolosi.

Raggiunto lo svincolo nr.4 della tangenziale che conduce su via Morandi, l’automobilista, forse al fine di sfuggire alla pattuglia della Stradale, percorreva della deviazione a fortissima velocità andando però a perdere il controllo dell’autovettura, la quale dopo aver urtato con la fiancata sinistra lo spartitraffico, a causa della forte velocità piroettava più volte impattando violentemente al suolo, prima con il tetto e successivamente di ribaltava tornando in assetto guida ma in senso contrario.

L’automobilista, una ragazza neopatentata di venti anni residente a Reggio Emilia, veniva soccorsa immediatamente dagli agenti operanti, ai quali riferiva di essere scappata perché non voleva essere sanzionata per l’uso del telefonino.

Veniva richiesto l’intervento di personale del 118 che successivamente trasportava la ragazza presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale ove dopo le cure del caso, fortunatamente non riportava lesioni gravi, mentre l’autovettura, risultata completamente distrutta, veniva fatta recuperare dal carro attrezzi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.