Sant’Ilario, isola ecologica saccheggiata: inseguito e arrestato rumeno di 35 anni, refurtiva recuperata
Si cercano due complici in fuga

2/10/2019 – Nella tarda serata di ieri i carabinieri della stazione di Sant’Ilario d’Enza hanno arrestato un ladro che con due complici che sarebbero in corso di identificazione, è stato preso dopo aver saccheggiato l’isola ecologica di via Allende a Sant’Ilario d’Enza. Recuperata la refurtiva: materiale elettrico, macchine da caffè, televisori, rapai, flessibili, computer e altro materiale per un valore di circa un migliaio di euro.

Alle 22 una pattuglia di carabinieri, durante un sevizio di controllo del territorio, ha notato tre soggetti nelle vicinanze di un’autovettura in sosta nei pressi dell’isola ecologica, un punto dove la recenzione era rotta. due malviventi fuggivano a piedi, è il terzo si è dileguato in auto: inseguito dai Carabinieri veniva presto raggiunto e bloccato. L’uomo, un rumeno di 35 anni senza fissa dimora, aveva nel bagagliaio una gran quantità di oggetti di attrezzistica ed elettronica appena trafugati. Per questo motivo con l’accusa di furto aggravato in concorso e possesso di strumenti atti alo scasso i carabinieri della stazione di Sant’Ilario d’Enza il rumeno Ion Badanac ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana. Difeso dall’avvocato Ghesini, del foro di Reggio Emilia,  il 35enne questa mattina è comparso davanti al Tribunale di Reggio Emilia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.