Rapina da 30 mila euro con pestaggio in sala slot: arrestati quattro ragazzi, tre ancora minorenni

9/10/2019 – I carabinieri di Carpi hanno individuato e arrestato i quattro giovani responsabili di una rapina avvenuta il 2 ottobre scorso in una sala slot di Mirandola, in provincia di Modena. Si tratta di tre minorenni e un maggiorenne (di 18 anni). Durante la rapina la baby gang aveva pestato il titolare della sala slot.
    Secondo le indagini dei carabinieri, mentre uno faceva da palo, in due, la sera del 2 ottobre avrebbero simulato un guasto a uno dei videogiochi, richiamando così l’attenzione del titolare.

I carabinieri di Carpi hanno individuato e arrestato i quattro giovani responsabili di una rapina avvenuta il 2 ottobre scorso in una sala slot di Mirandola, in provincia di Modena. Si tratta di tre minorenni e un maggiorenne (di 18 anni). Durante la rapina il titolare della sala slot fu picchiato dalla baby gang.
    Secondo le indagini dei carabinieri, mentre uno faceva da palo, in due, la sera del 2 ottobre avrebbero simulato un guasto a uno dei videogiochi, richiamando così l’attenzione del titolare. A quel punto il quarto dei giovani, con passamontagna e cacciavite, avrebbe aggredito il titolare stesso, poi picchiato dal gruppo. I quattro si sarebbero poi impossessati dei trentamila euro presenti in cassa. Il giorno dopo la rapina, la baby gang sarebbe andata a Bologna per acquistare smartphone di ultima generazione, abbigliamento alla moda, orologi d’oro, oltre a un pranzo al ristorante.

A quel punto il quarto giovane, armato di cacciavite e col viso celato da poassamontagna avrebbe aggredito il gestore, poi il gruppo avrebbe completato il pestaggio. Infine i quattro si sarebbero sono impossessati dei trentamila euro presenti in cassa. Il giorno dopo la rapina, i giovani deliquenti erano andati a Bologna per un ricco shopping: avevano comprato smartphone di ultima generazione, abbigliamento alla moda, orologi d’oro, e si erano concessi un lauto pranzo al ristorante.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *