Processo Aemilia: verso l’appello a Bologna in gennaio
Quasi pronta l’aula bunker nel carcere della Dozza

10/10/2019 – Il secondo grado del processo Aemilia, il più grande procedimento mai svolto al nord contro la ndrangheta, anche se “non è ancora stata fissata la prima udienza” potrebbe essere celebrato “verosimilmente, mi diceva il presidente della Corte d’Appello di Bologna, a gennaio”.

Lo ha detto, a margine di un vertice al Comando legione Carabinieri Emilia Romagna sulla cooperazione internazionale di polizia, il procuratore generale Ignazio De Francisci rispondendo a una domanda dei cronisti sull’appello del maxi processo che da Reggio Emilia – sede del processo di prima grado, concluso con condanne per oltre 1.200 anni di carcere – si sposterà nel capoluogo regionale.

Processo Aemilia: 31 ottobre 2018, la lettura della sentenza di primo grado

Per quanto riguarda il luogo che ospiterà il procedimento, che verrà celebrato nel carcere della Dozza, De Francisci ha aggiunto: “I lavori dell’aula sono quasi completi, la pubblica amministrazione è stata efficiente. Dobbiamo dare atto al Ministero della Giustizia di essersi impegnato”.

(FONTE: ansa.it)

Condividi

Una risposta a 1

  1. Edoardo Rispondi

    13/10/2019 alle 10:01

    Speriamo nel maggior impegno ed efficacia massima nell’incarcerare tutti, ma proprio TUTTI i delinquenti.

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *