Operatore turistico di Guastalla ucciso a coltellate in Indonesia
E’ Luca Aldrovandi, aveva 52 anni

10/10/2019 – Un italiano è stato ucciso a coltellate in Indonesia. Si tratta di Luca Aldrovandi, 52 anni, originario di Guastalla e molto conosciuto nella città della Bassa.

Luca Aldrovandi

Il corpo è stato trovato nel suo appartamento, in una pozza di sangue, da un dipendente del bar gestito dalla vittima, che da anni faceva l’operatore turistico in un villaggio sull’isola di Pulau Weh. Il coltello del delitto è stato trovato sopra un armadio. I sospetti della polizia di Sabang si concentranop su un altro dipendente, che sarebbe stato fermato e a disposizione delle autorità locali per essere interrogato.

All’origine dell’omicidio vi sarebbe una lite tra i due, degenerata sino alla tragedia, ma il movente non è ancora chiaro: all’origine vi ptrobbero esser dissidi di lunga data. E al momento non viene escluso neppure l’omicidio premeditato . Non si esclude neppure l’omicidio premeditato per dissidi di lunga data. La famiglia di Aldrovandi in questo periodo si trovava in Italia. La moglie, indonesiana, era a Guastalla con la figlia avuta da Aldrovandi, che rientrava a Guastalla diverse volte all’anno.

Il deputato guastallese Davide Zanichelli, dei 5 stelle, epsrime il proprio cordoglio per la morte di Aldrovandi, e annuncia che della vicenda interesserà il ministro degli Esteri Di Maio: “Quello che è accaduto ci lascia sconvolti, e rappresentiamo la necessità di approfondimenti per capire le reali dinamiche di questo terribile omicidio – fa sapere Zanichelli – In attesa che la magistratura locale faccia il suo corso e individui i responsabili dell’omicidio, prenderò contatti e informazioni dalla Farnesina e dal Ministro Di Maio affinché venga fatta luce e chiarezza al più presto per il bene della famiglia e per individuare e punire i responsabili”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *