Litiga con la fidanzata, poi prende a pugni i carabinieri: fermato dallo spray al peperoncino

10/10/2019 – Momenti concitati ieri verso le 17,30 all’ospedale Magati di Scandiano. Da una parte un giovane di 25 anni che inveiva contro la fidanzata, dall’altra la ragazza e la madre di lui che cercavano di calmarlo, senza riuscirci.

Una situazione che ha costretto una pattuglia dei carabinieri di Albinea a intervenire in prossimità dell’ingresso dell’ospedale: hanno dovuto usare lo spray al peperoncino per avere ragione dell’uomo, che si è scagliato come una furia contro i militari, che a causa delle lesioni riportate hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari dello stesso ospedale di Scandiano.

Il giovane è stato arrestato e messo ai domiciliari, in attesa delle decisioni della Procura, per i reati di resistenza, minaccia a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Non sono chiare le ragioni per cui il ragazzo gridasse contro la madre e contro la fidanzata, al punto da far chjiamare i carabinieri. Di certo la sua furia è aumetnata alla vista dei militari: li ha offesi e poi li ha aggrediti fisicamente prendendoli a pugni. Solo lo spray al peperoncino consentiva ai militari di aver la meglio sul giovane che ammanettato, veniva dichiarato in arresto. L’epilogo, per i carabinieri, al pronto soccorso del Magati, con prognosi di alcuni giorni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.