Da inizio anno rimpatriati 34 clandestini
E in ottobre impennata di nuove espulsioni

25/10/2019 – Sono 34 dall’inizio dell’anno gli stranieri irregolari espulsi e definitivamente allontanati da Reggio emilia su ordine del questore Antonio Sbordone. : alcuni con accompagnamento coattivo ai Centri Permanenza Rimpatri, e altri ancora imbarcati su navi o aerei per i paesi d’origine.

A questa cifra, fornita da via Dante, si aggiunge un’impennata delle espulsioni in corso in queste settimane di ottobre: solo nel mese corrente il Questore “ha avviato l’istruttoria finalizzata alla successiva emissione da parte del Prefetto di Reggio Emilia di 24 provvedimenti di espulsione nei confronti di altrettanti stranieri irregolari”.

Operazione di polizia alle ex Reggiane

Di seguito l’elenco degli stranieri già accompagnati alla frontiera o presso i C.P.R. di Bari e Roma, sempre in questo mese di ottobre.

  1. Il 3 ottobre, O.P., nato in Nigeria, classe 1982, senza fissa dimora, rintracciato in città dalla Polizia Locale, veniva accompagnato dagli operatori della Sezione Espulsioni dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Reggio Emilia presso Centro Permanenza Rimpatri di Bari per l’espulsione dal Territorio Nazionale.
  2. Sempre il 3 ottobre, H.A., nato in Albania, classe 1970, con precedenti di polizia per spaccio, rapina e furto, veniva intercettato in zona annonaria dalla Squadra Volante. Ne conseguiva espulsione dal Territorio Nazionale con accompagnamento coattivo alla Frontiera di Milano Malpensa da parte degli operatori dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Reggio Emilia. Lo stesso è stato imbarcato su un volo diretto in Albania.
  3. Il 9 ottobre, la Squadra Volante rintracciava in centro città di K.G., nato in Albania, classe 1985. Al termine degli accertamenti gli operatori della Sezione Espulsioni dell’Ufficio Immigrazione lo accompagnavano coattivamente all’Aeroporto di Milano Malpensa per dare esecuzione all’espulsione dal Territorio Nazionale.
  4. Il 20 ottobre veniva rintracciato in zona annonaria B.A.M., nato in Algeria, classe 1987. Dopo le procedure lo stesso veniva accompagnato al Centro Permanenza Rimpatri di Roma per l’espulsione dal Territorio Nazionale da parte di operatori della Questura di Reggio Emilia della Sezione Espulsioni.
  5. Il 21 ottobre durante un servizio di controllo del territorio svolto in piazzale Europa dalla Volante “Turri” veniva identificato S.I, nato in Pakistan, classe 1992, con precedenti penali per stupefacenti. Lo straniero il 21 ottobre stesso veniva accompagnato al Centro Permanenza Rimpatri di Bari per l’espulsione dal Territorio Nazionale.
  6. Sempre il 21 ottobre, durante un servizio di controllo delle residenze di via Eritrea, operatori della Polizia Municipale rintracciavano 5 persone di nazionalità cinese sprovviste di documenti e che, accompagnati presso la Questura di Reggio Emilia, venivano identificati per : J.Z. nato in Cina, classe 1984; Y.J. nato in Cina, classe 1970; Z.X.H., nato in Cina, classe 1976, L.B., nato in Cina, classe 1971. Nei confronti di C.L., nato in Cina, classe 1980, veniva eseguito accompagnamento al Centro Permanenza Rimpatri di Bari per l’espulsione dal Territorio Nazionale. Gli altri quattro cinesi , sconosciuti negli archivi di polizia, sono stati pertanto muniti di decreto di espulsione con intimazione a lasciare il territorio entro 15 giorni.

La Questura precisa che continuana la programmazione settimanale dei controlli straordinari sul territorio “ponendo al centro degli obbiettivi, con la presenza consistente e incisiva di un numero adeguato di operatori della Polizia di Stato ed unità cinofile antidroga, le segnalazioni dei cittadini”.

Nel complesso, per attuare le 34 espulsioni dall’inizio dell’anno, via Dante ha impegnato

  • 306 Agenti del Reparto Prevenzione Crimine per le operazioni di rintraccio sul territorio delle persone sospette (rintraccio sul territorio e accompagnamento in questura sino alla consegna agli agenti che ne cureranno la traduzione)
  • 102 Agenti per i servizi di traduzione e accompagnamento (Frontiera o CPR);
  • 34 operatori della Polizia Scientifica per le identificazioni e la produzione dei cartellini d’identità;
  • 68 operatori del Settore Espulsioni dell’Ufficio Immigrazione che curano le pratiche amministrative delle espulsioni, oltre ai rapporti con gli uffici delle sedi diplomatiche dei paesi stranieri presenti in Italia per il rilascio dei documenti validi al fine del rientro in patria degli stranieri irregolari;

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.