Guerra di religione a duemila metri
Scritta “Allah Akhbar!” sulla croce del monte Casarola

31/10/2019 – Ha suscitato sensazioni sgradevoli e commenti negativi l’oltraggio alla croce del Monte Casarola (comune di Ventasso) dove qualcuno, nel gelo della notte appenninica, è salito a 1.900 metri di quota per scrivere “Allah Akhbar!” sulla cassetta che contiene il libro di vetta.

C’è chi ha esternato la propria indignazione, trascurando il fatto che questi episodi sono endemici: il più eclatante, l’11 febbraio 2006, l’urlo di Allah ù Akbar scandito davanti alle chiese di Reggio da tremila musulmani in corteo.

Per il consigliere regionale della Lega Delmonte è un “insulto alla nostra identità storica e culturale, nonché una mancanza di rispetto per chi in quel simbolo ha riposto fatiche e preghiere”.

Del Monte inolte ha ricordato il gesto di vandalismo alla Madonnina del Monte Cusna dell’anno scorso”

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *