Finalmente Grissin Bon trova la vittoria e al PalaDesio sbanca Cantù

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

7/10/2019 – Dopo due sconfitte consecutive nelle prime due gare di questo campionato 2019 / 2020, a Brescia per 90 /82 e in casa contro Trento 76/84, la Grissin Bon vince, e soprattutto convince, sbancando il Pala Desio contro Cantù per 92 a 75.

Ben sei giocatori reggiani in doppia cifra, Owens, Fontecchio,Voyvoda, Johnson-OdomUpshaw e soprattutto Mekel, che ha impreziosito la sua superba prestazione anche con ben 10 assist; a conferma dell’ottima prestazione di squadra davvero buone cifre sui rimbalzi e sulle percentuali di tiro.

Si inizia con Cantù sche scende in campo con Clark, Young, Pecchia, Hayes e Wilson, mentre per i bianco rossi Mekel, Johnnson-Odom, Fontecchio, Upshaw e Owens,

La Pallacanestro Reggiana parte forte, con un 10-0 che costringe coach Pancotto alla sospensione, con un Fontecchio positivo.

Il secondo quarto di gioco inizia con un “bombone” di Voyvoda; i biancorossi arrrivano ad un +9 ma si inceppano tanto da permettere così a Cantù un parziale di 7-0 che avvicina i canturini ai reggiani; a Young viene però fischiato un fallo tecnico per per flopping, vale a dire la caduta intenzionale da parte di un giocatore dopo un contatto fisico scarso o nullo da parte di un giocatore avversario per pareggiare un fallo personale da parte   un giocatore dopo un contatto fisico scarso o nullo da parte di un arbitro contro l’avversario.

Cantù rallenta vistosamente con Voyvoda a riprendere a scavare il solco con 6 punti di fila assieme a 2 liberi di Johnson-Odom; il tempo si chiude sul 32-39 per i biancorossi.

Dopo l’intervallo lungo la Pallacanestro Reggiana inizia bene con Upshaw e Fontecchio che firmano il massimo vantaggio sul +11 con i canturini in palese affanno; sul +16 per Reggio Cantù ha una fiammata che vale un 4-0 ma coach Buscaglia ferma il gioco con un timeout. 

Si arriva cosi agli ultimi 10′ di gioco; la Pallacanestro reggiana inizia bene con un arrembante Upshaw.

Si arriva al +22 sul 53-75 a 8 minuti dalla sirena finale. I biancorossi allentano un attimo la concentrazione e questo vale un 7-0 di Cantù che permette ai canturini di avvicinarsi ad un -11 alla Grissin Bon che spreca diverse azioni consecutive in attacco.

Ma è l’ultimo acuto perchè la Pallacanetro Reggiana vince senza patemi per 92-75.

Prima della palla a due ovazione da entrambe le tifoseria per Manuchar Markoishvili, per anni colonna di Cantù e nella passata stagione con i colori bianco rossi,  che ha appeso le scarpe al chiodo.

IL TABELLINO

ACQUA S. BERNARDO CANTU’ – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 75-92

ACQUA S.BERNARDO CANTU’: Young 16, Collins, Procida, Clark 16, La Torre 2, Hayes 16, Wilson 7, Burnell 6, Baparapè, Simioni, Rodriguez 6, Pecchia 4. Allenatore: Pancotto.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Johnson-Odom 13, Fontecchio 14, Pardon 4, Candi 3, Poeta 4, Voyvoda 15, Infante,  Owens 14, Upshaw 14, Cipolla, Diouf, Mekel 11. Allenatore: Buscaglia.

Arbitri: Vicino, Sardella, Brindisi.

Parziali: 15-19; 32-39; 53-68

Note: fallo tecnico a Young al 14′. Fallo tecnico alla panchina di Cantù al 17′. Fallo antisportivo a Clark al 31′.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.