Algerino e tunisino rapinano ragazzo napoletano, adescato da cinquantenne marocchina

19/10/2019 – Una marocchina di 51 anni, B.H., senza fissa dimora e due uomini anche loro nordafricani, il tunisino B.S. di 32 anni e l’algerino T.A. di 19, sono stati denunciati dalla Polizia di Stato per rapina aggravata in concorso fra loro. Sono tutti e tre pluripregiudicati.

La vittima è un napoletano di 29 anni adescato in zona stazione a Reggio Emilia dalla magrebina, che si è finta invaghita di lui. Dopo che la cinquantenne si era data ben daffare con lui, il giovane gli ha chiesto se conoscesse qualcuno da cui acquistare una dose di cocaina per “festeggiare” il loro incontro, così la donna lo ha condotto nello stabile abbandonato di via Galliano 10. Qui all’improvviso sono spuntati i due complici della donna che armati di coltello hanno rapinato il malcapitato di 50 euro. Il giovane campano è riuscito a scappare e a sporgere denuncia in questura. Mercoledì mattina, due giorni dopo il fatto, le Volanti hanno fatto irruzione nell’edificioe hanno bloccato e identificato i responsabili. La marocchina dormiva col ragazzo algerino, mentre il tunisino si trovava al piano superiore e ha cercato inutilmente di scappare dalla scala antincendio: nella giacca aveva il coltello a serramanico usato per la rapina.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.