Accuse e minacce a Questore e Prefetto in un volantino anonimo diffuso davanti al Tribunale

29/10/2019 – Invettive, una sfilza di accuse e anche minacce contro la Polizia di Stato, il Questore, il Prefetto e anche il sindaco in un volantino anonimo diffuso in decine di copie e collocato – sembra in tarda mattinata – sotto i tergiscristalli delle auto parcheggiate davanti al Tribunale di Reggio Emilia.

Un volantino che a prima vista sembra scritto alla vecchia maniera, non al computer ma con con macchina da scrivere (era già acaduto con i pizzini minatori recapitati di notte ad alcune pizzerie) .

Il messaggio è firmato “Dai sostenitori e amici dei Fratelli P…” e contiene una sfilza di accuse – generiche, per quanto se ne sa – nei confronti delle autorità, anche con minacce non troppo velate, come nella riga in cui si accenna a “conti aperti”. Il riferimento, evidentemente, è a provvedimenti e inchieste in corso.

Il Tribunale di Reggio Emilia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.