La potenza dei Templari a Reggio Emilia
Conferenza di Arnaldo Tincani alla Far

23/10/2019 – “I Templari a Reggio Emilia“: questo il succulento tema della conferenza di Arnaldo Tincani, noto scrittore e studioso carpinetano, in programma giovedì 24 ottobre nell’ambito dei Caffè del Giovedì della Far-Studium Regiense. Appuntamento nella sala dell’Oratorio della Trinità, in via San Filippo 14 (centro storico di Reggio Emilia), con inizio alle 18,30.

Tincani è un’autorità in materia: suo il libro “I Templari in diocesi di Reggio Emilia” che scava – anche con importante corredo iconografico – nella presenza potente in questa parte dell’Emilia dell’Ordine dei monaci guerrieri fondato da Ugo di Payns col sostegno di San Bernardo da Clairvaux, ordine che arrivò a dominare la finanza europea e del Mediterraneo (furono i Templari e introdurre l’uso sistematico della lettera di campio nelle transazioni commerciali) , e che per le sue ricchezze fu sterminato da Filippo il Bello e sciolto (ma senza scomunica) da papa Clemente V in cattività ad Avignone. L’ultimo Gran Maestro, Jacques De Molay, morì sul rogo il 18 marzo 1314, nel pressi di Notre Dame: a lui è intitolata una importante fondazione di beneficenza della Massoneria americana.

ARNALDO TINCANI

Il carpinetano Arnaldo Tincani lega il suo cognome alla borgata Tincana di Casteldaldo (Carpineti), dove è nato e cresciuto.

La sua casa è stata dimora ininterrotta dell’ascendenza paterna da oltre sette secoli (ante 1299): il che costituisce un primato di longevità abitativa da parte dello stesso gruppo parentale.

Autore di oltre settanta pubblicazioni di carattere storico, fra cui una decina di biografie, ha visitato i luoghi della memoria, traendo frutto dalla vasta documentazione esplorata e dalla fattiva collaborazione con valenti studiosi, in particolare i compianti proff. Francesco Milani (suo docente di greco e latino nel seminario di Marola), Odoardo Rombaldi, Gino Badini, Giuseppe Plessi, Giovanni Santini, Vito Fumagalli.

Interprete del Medioevo, si colloca in posizione di equilibrio tra la storiografia ufficiale e il realismo intellettuale dei ricercatori a lungo campo.

Arnaldo Tincani

E’ socio emerito della “Deputazione di Storia Patria per le antiche Provincie Modenesi”, membro della “Società Reggiana di Studi Storici”, socio onorario del sodalizio culturale del Frignano “Lo ScoltennaPanaro”, componente del comitato di redazione della rivista “Reggio Storia”. Collabora col “Centro Diocesano di Studi Storici”

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *