Troppi “bravi ragazzi”
Di nuovo chiuso dal Questore, stavolta per 15 giorni, il bar Elisa di Reggio centro

11/9/2019 – Di nuovo chiuso a causa di una clientela d’elite, si fa per dire, ben conosciuta alle forze dell’ordine, il bar Elisa sotto i portici di via Emilia San Pietro, la cui titolare è una signora cinese di 26 anni.

Nella mattinata di ieri, 10 settembre 2019, la Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Reggio Emilia ha messo i sigilli al locale già colpito in passato da provvedimenti analoghi del questore di Reggio Emilia. I controlli, sottolinea la Questura, hanno evidenziato come, nel tempo, “l’esercizio fosse divenuto un abituale ritrovo di soggetti dediti ad attività illecite di vario genere e pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica”.

La licenza di somministrazione bevande e alimenti è stata sospesa per quindici giorni. Il bar Elisa aveva già subito due sospensioni di sette giorni, èper gli stessi motivi, il 14 fwebbraio 2017 e il 27 novembre 2018.

“I disordini nuovamente accertati dai poliziotti, potenzialmente pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno indotto il Questore di Reggio Emilia, Dott. Antonio Sbordone, in qualità di Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, a disporre la sospensione della licenza e l’apposizione dei sigilli nel locale per 15 giorni. L’attività degli uomini della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale si è conclusa ieri con la notifica del provvedimento al titolare del locale, tale R.L. nata a ZheJiang (RPC) nel 1993 e residente a Reggio Emilia, ex art 100 TULPS che prevede la possibilità per il Questore di disporre la sospensione della licenza degli esercizi di abituale ritrovo di persone pregiudicate o che, comunque, costituiscano un pericolo per l’ordine e la sicurezza dei cittadini”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.