Iren costruirà il Tmb rifiuti di Genova
Obiettivo centrato per Ivan Strozzi, che lascia la presidenza Amiu

6/9/2019 Ivan Strozzi lascia la presidenza di Amiu, l’azienda rifiuti di Genova. Il manager reggiano (già Enia e Acam Spezia) ha rassegnato le dimissioni martedì 4 settembre nelle mani del sindaco della Lanterna Marco Bucci e dell’assessore Matteo Campora. Dimissioni motivate con il raggiungimento di un obiettivo ambizioso per il risanamento del ciclo rifiuti di Genova: il nuovo impianto di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti indifferenziati a Scarpino: un Tmb da 100 mila tonnellate/anno, il primo realizzato nell’area metrolitana che permetterà di gestire in autonomia l’intero ciclo dei rifiuti di Genova superando la fase del trasporto fuori regione.

Ivan Strozzi


Per il Tmb di Scarpino si è candidata Iren con un project financing da 43 milioni di euro, presentato a seguito di una delibera del cda Amiu del 6 agosto scorso.
Al vertice di Amiu da anni, Strozzi ha coronato l’obiettivo del nuovo impianto industriale, ma ha anche fronteggiato con successo la crisi della raccolta rifiuti di Genova e l’emergenza (non ancora finita) provocata dal crollo del Ponte Morandi.

L’ex discarica di Scarpino dove sorgerà il nuovo Tmb di Genova, realizzato in project financing da Iren Ambiente
Condividi

2 risposte a Iren costruirà il Tmb rifiuti di Genova
Obiettivo centrato per Ivan Strozzi, che lascia la presidenza Amiu

  1. Mario Guidetti - portavoce tavolo Hemingway Rispondi

    06/09/2019 alle 17:29

    Ivan Strozzi, manager capace e “gran signore” Onore al merito, quel merito che non è stato adeguatamente apprezzato da chi ha “voluto svendere Agac/Enia”

    • Fausto Poli Rispondi

      08/09/2019 alle 17:34

      Qui conta la politica. Fare il manager coi soldi pubblici non e’ difficile. Quanti sprechi ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *