BASKET
Grissin Bon stracciata in malo modo da Trento sul parquet del PalaBigi

DI PAOLO COMASTRI*

Paolo Comastri

Nella pallacanestro se dopo tre tempi di gioco sostanzialmente in parità nel’ultimo quarto ne cedi ben 28 (di punti) la sorte è segnata; infatti la Pallacanestro Reggiana ha perso, e pure in malo modo, 76 a 84 alla prima al PalaBigi contro una coriacea Aquila Basket Trento trascinata da Blackmon prima e da un ottimo Mezzanotte poi.

E’ davvero dal sapore acre e amaro la prima volta da avversario di Maurizio Buscaglia con Trento, formazione che il coach ha guidato per tredici stagioni. 

La Dolomiti Energia si impone quindi sul parquet di Via Guasco nell’anticipo della seconda giornata del massimo campionato di Serie A.

In campo due formazioni completamente rinnovate rispetto alla scorsa stagione con il positivo, nelle fila dei trentini, esordio di Alessandro Gentile, peraltro sempre fischiatissimo dal pubblico del Pala Bigi; 11 punti, 3 rimbalzi e 3 assist per l’azzurro al ritorno in Italia nelle fila dei bianconeri, che nell’ultimo quarto riescono a ribaltare il match a proprio favore con Blackmon, autore di 19 punti, e Mezzanotte (17 con 4/5 da tre) autori di prestazioni davvero notevoli.

Alla Grissin Bon, ferma in classifica a zero punti essendo stata sconfitta a Brescia nel turno inaugurale, non bastano invece i 17 punti e 6 rimbalzi dell’ex Reyer Owens, oltre ai 13 di Vojvoda.

Ad ogni buon conto è decisa la partenza delle aquile, che vanno avanti di 10, ma i biancorossi non ci stanno e nel finale del periodo, grazie ad un parziale di 9-0, tornano in partita arrivando a -2.

Giunge quindi il momento per i trentini del debutto per Gentile che realizza due liberi proprio allo scadere, per il 19-23 che chiude il primo quarto di gioco.

Reggio parte forte nel secondo periodo e con Vojvoda e Fontecchio opera il sorpasso, ma Craft e Knox riportano Trento sul +3.

La Grissin Bon risponde e torna a condurre, però è un botta e risposta continuo fino al 40-37 dell’intervallo lungo.
Equilibrio che peraltro prosegue al rientro dagli spogliatoi, poi la Pallacanestro Reggiana con un 6-o di parziale tenta l’allungo sul 50-43; Trento, ovviamente reagisce e Reggio rintuzza i tentativi di rientro degli avversari e al 30′ è sopra 62-56.

Arriviamo così al tragico, per i biancorossi, ultimo periodo in cui la Dolomiti Energia schiaccia pesantemente il piede sull’acceleratore e grazie soprattutto all’intensità difensiva sovrasta la Grissin Bon costretta a incassare un parziale di 13-0 (6 firmati da Gentile) che cambia letteralmente faccia alla partita portando Trento a +7

Owens ferma l’emorragia con due punti che significano 64-69, ma la squadra di coach Brienza non si ferma e con Kelly e Mezzanotte raggiunge anche il +11. 

Mekel è l’ultimo a mollare per la Grissin Bon, che tenta di rientrare arrivando fino a -7, ma neppure un solido Owens riesce ad evitare a Reggio Emilia la seconda battuta d’arresto in altrettante gare.

Fine delle trasmissioni; ora come ora la Grissin Bon è un cantiere in corso, ci vorranno tempo e pazienza per conoscere e soprattutto vedere il reale valore di questa squadra

IL TABELLINO

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – DOLOMITI ENERGIA TRENTO 76-84

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Johnson-Odom 4, Fontecchio 10, Pardon 2, Candi 6, Poeta 4, Voyvoda 13, Infante, Soviero, Owens 17, Upshaw 8, Diouf, Mekel 12. Allenatore: Buscaglia.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Kelly 7, Blackmon 17, Craft 10, Gentile 11, Pascolo, Mian, Forray, Knox 16, Mezzanotte 14, Voltolini, King 4, Lechtaler. Allenatore: Brienza.

Arbitri: Begnis, Bettini, Boninsegna.

Parziali: 19-23; 40-37; 62-56

Note: tecnico alla panchina di Trento al 20′. Johnson-Odome esce per falli al 39′.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *