Una ragazza massacrata
da un clandestino

“Perdonaci, Stefania, perchè non lo abbiamo fermato
e per il falso buonismo che impera in questo Paese”

“Caro Direttore,
al tavolo Hemingway siamo rimasti colpiti dal crudele omicidio di una ragazza, impegnata nel suo lavoro di barista.
Siamo rimasti ancor più colpiti dal fatto che i testimoni presenti abbiano assistito senza accennare ad alcun tipo di reazione, per raccontare poi il fatto alla stampa.

Hui Zhou, (foto dal profilo facebook)


La vita è sacra, sempre – Ancor di più quelle delle donne.
Ben diversamente si sarebbe comportato un membro del tavolo Hemingway; correndo qualsiasi rischio e con qualsiasi mezzo, sarebbe intervenuto per cercare di fermarlo in modo che quella giovane vita potesse ancora sorridere.
Quell’assassino è ancora a piede libero. Auspichiamo che le forze dell’Ordine lo assicurino alla Giustizia prima che possa colpire ancora.
Dalle prime indagini, apprendiamo che trattasi di un clandestino. Per quanto tempo ancora dobbiamo prendere atto che tanti, troppi sono i clandestini che infestano le nostre contrade? Se quell’assassino fosse stato racchiuso in un campo per poi accompagnarlo al paese d’origine, l’omicidio non sarebbe avvenuto.

Hicham Boukssid, ricercato in tutta Italia

Al tavolo sanno che, in questo nostro Paese, impera un falso buonismo e che fare simili affermazioni non è politicamente corretto.
Questo, unitamente alla dittatura della finanza che prevale sui valori della persona, sta spingendo il mondo verso un nuovo oscurantismo medioevale.

Perdonaci Stefania, perdonaci.
Tristemente.
Mario Guidettiportavoce tavolo Hemingway

Condividi

14 risposte a Una ragazza massacrata
da un clandestino

“Perdonaci, Stefania, perchè non lo abbiamo fermato
e per il falso buonismo che impera in questo Paese”

  1. Fausto Poli Rispondi

    10/08/2019 alle 21:41

    Caro Guidetti: l’indignazione passa velicemente quando non si e’ coinvolti. Io farei presidiare l’ intera Italia da militari. Almeno quel fuggitivo sarebbe ora in carcere. Ne son successe mille di queste storie. Voi cosa fareste ? E quella dei bimbi come la classificate ? Ma che provincia siamo diventati col buonismo e il menefreghismo ? Attendo un consiglio. Certamente la Rez dal scarpasoun e dal lambrosc a la Fola le’ luntana dimondi. Grazie ancora per leggwre queste poche righe. Non saro’ accolrurato come Voi ma ho buoni consigli da erogare. Buo San Lorenzo. Quella bella cinesina: una stella caduta e tornata in cielo. Tanta strada per venire a morire al Foro Boario, laddove si organizzavano le fiere dei maiali. Ma ieren tot arzan. Gente dura e genuina. Bonanotte.

    • Bea Rispondi

      11/08/2019 alle 11:06

      Caro Fausto,
      come ha ragione 😉

      Vede, a peggioemilia c’è tanta ignoranza crassa e anche da parte di gente acculturata.
      Pare che il lardo del maiale scorra in tante vene…ovvero materialismo e mancanza di sensibilità.
      Si nasce intelligenti e si muore colti…ma non viceversa purtroppo.
      Ovvero chi non ha sensibilità e intelligenza non le puo’ né imparare né tantomrno COMPRARE.
      Infine forse è proprio questo il motivo per cui la mafia calabrese ha attecchito…Non crede?
      La ricchezza senza intelligenza è volgare e produce soltanto orrore.
      Lei lo vede, altri..molti altri, non solo non lo vedono, ma lo alimentano.

      Ha espresso un desiderio ?
      Buona domenica!

      • Fausto Rispondi

        11/08/2019 alle 12:27

        Grazie Bea.

        Ognuno ha le Sue amicizie e simpatie.

        Ognuno ha un’ idea politica Sua, magari Taylor made sui propri interessi imprenditoriali. Le amicizie politiche sin dal secolo scorso hanno riempito i borsellini di uomini d’affari. Hanno anche consentito uno sviluppo economico anche a chi non ha avuto determinate intuizioni o giuste leccate di c… (Spero di non aver offeso nessuno, era solo un termine fine a se stesso per concettualizzare il fenomeno). Beh, lo sviluppo economico italiano ha portato benessere. Ma almeno si possono trovare modi per identificare chi entra in Italia ?

        • Bea Rispondi

          11/08/2019 alle 13:15

          Doveva essere così dall’inizio della fola (identificazione regolare).
          Non è stato.
          Sopra – sotto -dietro ci sono degli affari sporchissimi&criminali, ma se lei ha tempo, puo’ andare a farsi una ricerchina sul web. Troverà qualsiasi cosa. L’idiozia di certa GGGente che nega l’evidenza (per ideologia e opportunismo politico) è francamente inaccettabile. Quella sì estremamente stupida e inutile (veda il commentatore sotto..).

          Per fortuna Signor Fausto non ha offeso nessuno.
          Paraculi e leccaculi con me non hanno speme.

          La ricchezza economica dovrebbe essere sempre supportata dalla Cultura; se così non è ? Malissimo. Guardi bene che per me cultura significa anche saper coltivare un orto, o cucinare, o avere un rapporto di conoscenza con la Natura e le Persone.

          saluti e grazie a Lei

  2. No alla censura, si alla stupidità Rispondi

    11/08/2019 alle 09:43

    Dove sono finiti i commenti inneggianti al nazionalsocialismo e al fascismo italianissimo?? Censurati??
    Erano davvero spassosissimi, quel porla che delirava ritenendo la ragazza “molto integrata, probabilmente italiana” andrebbe messo su un palco di cabaret, successo assicurato

    • Emore Rispondi

      11/08/2019 alle 12:36

      Ha inteso male.
      Del resto, dato l’attacco del suo post….:(
      Mi chiedevo solo se la povera ragazza aveva la cittadinanza italiana; che fosse integrata pare proprio scontato.
      Per quanto riguarda i commenti inneggianti eccetera qui da Reggio Report non ne ho mai letti …lei sì…capisco…il caldo fa brutti effetti..

  3. Fausto Poli Rispondi

    11/08/2019 alle 13:17

    Ognuno la pensa come meglio crede. Se lasciavano le dogane sarebbe stato piu’ semplice individuare le persone. Io penso che anche ora le regole non son cambiate.Nei campi di pomodori vedo solo neri. Percio’ sarebbe ora di far rispettare le norme. Dispiace che tutti questi neri arrivino di notte, stile Sandokan. Se ci fosse un regolare controllo, certe tragedie si vedrebbero scongiurate. Purtroppo senza controlli,…

  4. Emore Rispondi

    11/08/2019 alle 20:10

    Cinesi e cittadinanza italiana.
    Chiedendo la cittadinanza italiana i cinesi perdono quella cinese, (la Cina non riconosce la doppia).
    Questo non toglie che la possano chiedere.
    Se ‘no alla censura sì alla stupidità’ faceva riferimento a quello puo’ andarsi a comprare un condizionatore perchè l’afa gli fa veramente male.

    :))

  5. Fausto Poli Rispondi

    11/08/2019 alle 22:00

    Qua si sbatte tutto in politica. Capisco che la prosopopea e’ l’ arma migliore. Dietro un’ orrenda morte con un ricercato un vero Stato si attiverebbe. Lo Stato raccoglie fior di quattrini. Magari diventarne azionista. La cricca, la casta politica, che pensa come noi, ma sta sul piedistallo, seppur indagata, qui a Reggio Emilia, la cricca politica se ne sbatte. Anzi si ingegna, per derubare bimbi. In un paese democratico un clandestino non sarebbe clandestino. Semplicemente perche’ in altri paesi i clandestino non esistono. Negli anni 70 quale clandestino ? Allora ? Ci siamo dimenticati che la vita e’ una sola. 100 clandestini sanno che in Italia potranno fare cio’ che vogliono! In quanto ai tavoli politici, ho partecipato ad alcuni, al Catomes tot.Ma cosa e’ !? Un tavolo si crea per trattare argomenti per poi agire. Si monitora troppo. E le stragi continuano. E si discute, e intanto a Reggio Emilia nascono nuove stragi, ma i politici sono sordi e ciechi. Quindi e’ giusto rimettere i confini. Inoltre la comunicazione sia indipendente! Per dindirindina! Grazie.

    • Emore Rispondi

      12/08/2019 alle 08:50

      Poli, liggiù nel peggiano…

      continuano a scambiare la verità per Cabaret, lo spirito critico per stupidità, e lo sveglio per pirla.
      Ovvio che sotto sotto ci sta solo della DISGUSTOSA MERDA
      ingurgitata pluridigerita e assimilata da decenni, pure con l’intento sadomaso di farla piacere a tutti.
      Al Catomès tot al massimo si puo’ andare a mangiare il gnocco fritto o a ballare il liscio; i tavoli servono per giocare a carte.

      buondì

      • Fausto Rispondi

        12/08/2019 alle 14:12

        Gentilissimo: il locale merita. Ma pure Lei sa chi sono i frequentatori……..

        • Emore Rispondi

          13/08/2019 alle 12:23

          Io apprezzo solo le resdore che cucinano e friggono il gnocco.
          Diffido a prescindere da gente che beve il caffè corretto Lambrusco (vero). Potrebbero essere capaci di tutto…

          😉

          • Fausto Poli

            13/08/2019 alle 13:42

            Il guppo misto si da’ appuntamento al catomes tot. Insomma coi convegbi il catomes e’ divenuto un punto di riferimenti.Ma la ricetta e’ quella di fare il proprio dovere. Cosa che in politica, poco si fa. Ma sia a dx che a sx.

      • Fausto Poli Rispondi

        12/08/2019 alle 15:50

        Infatti occorre un sistema di comunicazione piu’ onesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *