Triangolo della morte
Casalgrande rende omaggio alla tomba del sindaco Farri, vittima dello stragismo comunista

24/8/2019 – In occasione dell’anniversario dell’attentato avvenuto il 26 agosto 1946, una delegazione dell’amministrazione comunale di Casalgrande ha posato questa mattina, sabato 24 agosto, alcuni garofani sulla tomba del sindaco socialista Umberto Farri, martire democratico, una delle vittime più illustri dello stragismo comunista del dopoguerra nel Reggiano .

La delegazione era composta dal sindaco Giuseppe Daviddi, dal presidente del Consiglio comunale Marco Cassinadri, dalla consigliera di Noi per Casalgrande Solange Baraldi, dal segretario Pd Paolo Debbi, dal capogruppo M5s Giorgio Bottazzi, dal capogruppo Pd Matteo Balestrazzi, da Alan Ferrari di Cambia Casalgrande e da alcuni rappresentanti di Sinistra per Casalgrande. 

Umberto Farri, sindaco socialista di Casalgrande, assassinato il 26 agosto 1946

“E’ un gesto doveroso – ha sottolineato il sindaco Giuseppe Daviddi – compiuto a nome dell’intera cittadinanza che deve a Farri un grande tributo per ciò che egli ha dato a Casalgrande nei drammatici anni della dittatura fascista e durante il secondo conflitto mondiale”.

Farri, già sindaco dal 7 ottobre 1920 all’agosto del 1922, fu infatti nuovamente sindaco di Casalgrande, nominato dal Comitato Nazionale di Liberazione nel giugno del 1945 e riconfermato nelle successive elezioni democratiche fino al 26 agosto 1946, giorno in cui rimase vittima dell’attentato.

Si spense la notte tra il 27 ed il 28 agosto successivo all’Ospedale di Reggio Emilia per le ferite subite.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *