“Se mandi i cantonieri ti sparo”: pensionato di 85 anni perde la testa in Comune
Ha occupato un terreno non suo. Perquisito in casa e denunciato

Minaccia a pubblico ufficiale l’accusa mossa dai carabinieri di San Polo d’Enza a un 85enne reggiano.

Se fai venire i cantonieri io ti sparo”. Queste le parole prionunciate da un pensionato di 85 anni, prima di uscire dall’ufficio di un dipendente comunale della Val d’Enza, dove era stato convocato per la rimozione di sfalci e di legna che aveva accatastato in un terreno agricolo di proprietà comunale, da lui occupato abusivamente. Per questi motivi i carabinieri della stazione di San Polo d’Enza a conclusione delle relative indagini hanno denunciato alla Procura della Repubblica il pensionato avanti con gli anni, ma dal carattere bellicoso, chiamato a rispondere del reato di minacce a pubblico ufficiale.

Secondo quanto accertato dai carabinieri sanpolesi, l’uomo utilizzava un terreno di proprietà comunale a deposito di legna e sfalci, probabilmente nell’errata convinzione che il terreno fosse di sua proprietà.

Tuttavia quando è stato convocato in comune e invitato a ripulire l’area, anche di fronte all’evidenza delle carte catastali che attestano la proprietà pubblica del terreno, lui non ha voluto sentire ragioni. All’ipotesi dell’invio dei cantonieri per ripulire l’area, è andato su tutte le furie minacciando l’interlocutore con “Se fai venire i cantonieri io ti sparo”, e se n’è andato. Dopo il fattaccio, l’85 enne ha persino subito una perquisizione domiciliare a opera dei carabinieri, che però non hanno trovato armi detenute illegalmente. Ma ciò non è bastato a evitargli la denuncia alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.