Reggiana, debutto col botto in C
Feralpi Salò schiacciata 4-1 al Mapei
Staiti mattatore

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

25/8/2019 – Un sontuoso debutto della Reggiana / Reggio Audace nel campionato di serie C che al Mapei Stadium rifila un pesante 4 – 1 alla Feralpi Salò, squadra allestita per la promozione e accreditata tra le più forti del girone.

Il film della partita racconta che i granata trovano subito il gol, stupendo, al quinto minuto con Staiti, peraltro autentico mattatore della serata.

Al 25’ è Scappini a portare il risultato su 2 – 0; sul finire del primo tempo la Feralpi colpisce una traversa e pure fallisce anche un’altra clamorosa occasione, ma il primo tempo finisce due a zero per la gioia dei tifosi.

Nella ripresa i granata chiudono il match con Varone su calcio di punizione, capace di sorprendere l’estremo difensore garesano De Lucia.

Inutile il gol della bandiera della Feralpi, al 71′, con Giani che batte di testa Voltolini sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Quasi allo scadere cala il poker con un gol spettacolo di Lunetta, al suo debutto in maglia granata, che percorre tutta la metacampo e deposita in rete.

Tifoseria granata in tripudio per una serata davvero da incorniciare.

E’ però il mister Max Alvini a riportare tutti con i piedi per terra: “La squadra ha fatto una buona partita come possesso palla, con superiorità numerica nella zona del pallone. Abbiamo trovato i gol, facendo però fatica quando avevano loro la palla. Adesso però non esaltiamoci, lavoriamo per migliorare, prendiamo questa vittoria perché fa bene, ma dobbiamo andare avanti con grande umiltà pensando subito a Ravenna.

Reggiana, Max Alvini

Una squadra mediocre va a Ravenna e gioca male, una squadra seria va là a fare una buona partita. Sono contento anche per i tifosi, che dal primo giorno ci hanno manifestato affetto e vicinanza. E’ una vittoria che ci dedichiamo a vicenda ”.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Oliviero Rispondi

    25/08/2019 alle 11:09

    Arriva il calcio, così cala ‘il tendone’ su tutto.
    Tutti i tifosi d’Italia a scondarsi che viviamo in un Paese osceno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *