Precipita, batte la testa e muore
Tragedia al trial in notturna di Ligonchio, annullato il concerto di Iva Zanicchi

11/8/2019 – E’ precipitata in un dirupo, sotto gli occhi del compagno e di un’amica e e ha battuto violentemente la testa con una pietra. E’ morta così, in quella che doveva essere una giornata di festa, Marisa Moretti di Cecciola di Ramiseto, 48 anni, conosciuta come Mari, assistente sanitariaa Villa Le ginestre di Castelnovo Monti, dove viveva. Per la sua professione, la sua disponibilità verso le persone in difficoltà, per la sua passione sportiva era conosciuta in tutta la montagna reggiana.

Marisa Moretti

L’incidente che ècostato la vita ad Alessandra Moretti è avvenuto venerdì sera durante la gara podistica di trial organizzata nell’ambito delle celebrazioni per i cento anni della centrale elettrica di Ligonchio. Ieri pomeriggio al Maggiore di Parma dove era ricoverata, i medici ne hanno dichiarato la sopraggiunta morte cerebrale. Ieri sera, in segno di lutto,è stato annullato l’atteso concerto di Iva Zanicchi alla centrale.

Venerdì sera aveva deciso di partecipar alla gara di trial in notturna scegliendo il percorso più breve di 13 chilometri, dalla zona di Rio Re a quopta 1100, insieme al compagno Paolo a ad alcuni amici. Un zona che lei, appassionata di sport nella natura, forse conosceva bene: sembra che a un certo punto “Mari”, il suo compagna e un ‘amica avessero imbocato un sentiero diverso dal percorso tracciato dagli organizzato.

A un certo punto, la tragedia: un piede in fallo, uno scivolone, la caduta in una scarpata e la testa contro un masso. Quando i soccoritori l’hanno raggiunta, Mari Moretti era ancora in via ma in condizioni disperate, con ferite e fratture devastanti al volto e alla testa. Sul posto, in una rischiosa operazione di avvicinamento, sono intervenute in piena notte due squadre del Soccorso Alpino e un medico, con l’ausilio di due elicotteri, uno del 118 levatosi in volo da Bologna e l’altro dalla base della Marina Militare di Luni. La donna lascia il compagno, due fratelli, i parenti di Ramiseto e soprattutto tanti amici che le volevano bene.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.