Non superdotato, ma spacciatore
Nigeriano con rigonfiamento sospetto: più di un etto di marijuana tra i gioielli di famiglia

14/8/2019 – Aveva nascosto più di un etto di marijuana dentro i pantaloni, all’altezza dei gioielli di famiglia. Ma l’odore dell’erba era troppo forte per non attirare l’attenzione degli operatori della Squadra Mobile, impegnati ieri mattina in uno specifico cotrollo antidroga in zona stazione a Reggio Emilia.

Così gli agenti hanno fermato un nigeriano di 37 anni in via don Alai, traversa di via Eritrea. Per quanto potesse essere ben dotato, il rigonfiamento all’altezza dell’inguine è apparso davvero innaturale, ragion per cui l’africano è stato perquisito, e così è saltato fuori un pacco con 117 grammi di marijuana già suddivisa in 38 dosi cellophanate pronte per lo spaccio.

Negativa invece la perquisizione al domicilio, perchè l’uomo non vive più lì. Il nigeriano, benchè in possesso di un mazzo di chiavi (una delle quali da portoncino blindato) si è rifiutato dare il suo attuale indirizzo. Ma che si tratti di uno spacciatore, non vi sono dubbi.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Bolla d'aria Rispondi

    16/08/2019 alle 12:47

    Certo il rigonfiamento sopsetto non ce l’ha a livello cranio sacrale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *