Marocchino ricercato in tutta Italia per l’omicidio della giovane cinese. La foto di Boukssid, presunto assassino

9/8/2019 – Si chiama Hicham Boukssid, ed è un marocchino clandestino di 34 anni: è ricercato in tutta Italia, a seguito di ordine di cattura dì con segnalazioni alle frontiere del Paese, per l’efferato omicidio della ragazza cinese Hui Zhou, di 24 anni, avvenuto ieri pomeriggio alle 18 al bar Moulin Rouge di via Venti Settembre, nei pressi di Largo Gerra all’ex Foro Boario di Reggio Emilia.

La giovane, che tutti chiamavanpo Stefania, lavorava come barista da anni nell’attività di famiglia, ed era molto conosciuta in città.

Bousskid è irregolare in Italia almeno dal 2015, e senza fissa dimora: di recente era stato trovato dalla Polizia in un casolare abbandonato nelle campagne di Reggio.

Questa sera la Questura, d’intesa con la Procura della Repubblica, ha diffuso la fotografia del marocchino ricercato, nella speranza di ricevere indicazioni utili a rintracciarlo.

Hicham Boukssid , presunto assassino

“L’uomo non risulta avere precedenti – ha detto il dirigente della Squadra Mobile di Reggio Emilia  Guglielmo Battisti nel corso di una conferenza stampa in questura intorno alle 13  – salvo che per il reato di immigrazione clandestina, con due decreti di espulsione a suo carico. Lo abbiamo identificato due ore dopo l’omicidio grazie al lavoro della squadra antidroga, perchè era stato inserito di recente in banca dati dopo alcuni controlli”.

Hui Zhou (foto dal profilo Facebook)

Il magrebino sarebbe stato in passato un avventore del Moulin Rouge. Ora è in fuga, ma le ricerche continuano senza sosta, anche interrogando persone che lo hanno frequentato.

Secondo i testimoni dell’atroce delitto, l’uomo ieri pomeriggio è entrato nell’esercizio brandendo un grosso coltello e, pronunciando parole incomprensibili, si è scagliato sulla ragazza sferrandole 7-8 colpi dietro il bancone: coltellate penetrate in parti vitali, e che non hanno lasciato scampo alla poveretta. Tutto è avvenuito in pochi, terribili istanti. L’assassino è fuggito lasciando la giovane senza vita, coperta di sangue. dalle immagini delle telecameredi sorveglianza si vedono chiaramente i movimenti dell’uomo, che si è avviato con decisione dietro il bancone per massacrare la ragazza. Un delitto premeditato.

La folla di ragazzi cinesi davanti al bar Moulin Rouge, dov’è stata uccisa Hui Zhou (ph. Stefano Rossi)

Gli agenti della Polizia scientifica, coordinati dal pm Marco Marano della Procura di Reggio Emilia, sono rimasti al lavoro fino a notte inoltrata sul luogo del delitto per cercare tracce dell’assassino, che subito dopo si è dato alla fuga. Questa mattina la scientifica era di nuovo sul posto, alla ricerca dell’arma del delitto.

L’ultimo avvistamento del fuggitivo, registrato sempre dalle telecamere , è nei pressi del liceo Moro. “Non sasrà facile prenderlo – ha aggiunto Battisti – Ma averlo identificato è già molto. Non lasceremo nulla d’intentato per dare giustizia alla famiglia della ragazza. . Questo fatto è gravissimo, colpisce tutti quanti noi, e mi colpisce personalmente anche come padre”.

Escluso il movente della rapina o di una vendetta, la pista passionale resta al momento la più probabile. Un femminicidio in piena regola, un delitto che fa tornare alla mente la terribile fine della giovanissima Jessica Filianti, tanti anni, fa, massacrata dal fidanzato in pieno centro di reggio con 39 coltellate.

Intanto dalle prime ore di questa mattina è incessante il pellegrinaggio di clienti, amici della famiglia, persone della comunità cinese di Reggio davanti alla portachiusa del bar Moulin Rouge, per esternare il loro dolore rendere un commosso omaggio all’altarino con i fiori e la fotografia di una sorridente Hui Zhou. Davanti al bar del delitto si sono ritrovati tantissimi giovani, amici e conoscenti della giovane così barbaramente uccisa.

Hui Zhou a una premiazione

Hui Zhou era non solo una bella ragazza: tutti la ricordano come una ragazza d’oro, gran lavoratrice, buona e intelligente, che dall’età di 16 anni aiutava la madre nel bar. Una giovane che non frequentava persone poco raccomandabili, e anzi coltivava molti interessi tra cui il ballo e il canto.

IL CORDOGLIO DEL COMUNE DI REGGIO: “NON FAREMO MANCARE IL NOSTRO SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA

“In riferimento all’evento luttuoso occorso nella giornata di ieri al bar Moulin Rouge siamo a condannare fermamente quanto accaduto e a esprimere i sentimenti di cordoglio e di partecipazione al lutto della famiglia della ragazza uccisa barbaramente. Il femminicidio è sempre il più ignobile dei delitti.

Le indagini sono in corso, confidiamo nella comprovata capacità degli organi inquirenti di fare piena luce su quanto avvenuto e di assicurare alla giustizia il colpevole di un gesto così abominevole.

Nei prossimi giorni, nelle forme e nei modi dovuti, non faremo mancare il nostro sostegno alla famiglia della ragazza e vicinanza istituzionale alla comunità cinese residente a Reggio”.Alex Pratissoli, vicesindaco di Reggio Emilia, e Nicola Tria assessore alla Legalità.

Condividi

2 risposte a Marocchino ricercato in tutta Italia per l’omicidio della giovane cinese. La foto di Boukssid, presunto assassino

  1. GB Rispondi

    10/08/2019 alle 09:11

    ‘Il femminicidio è sempre il più orribile dei delitti’.
    …?…
    Peccato che il PD si è astenuto recentemente dal votare il CODICE ROSSO, approvato in Parlamento, che ad esempio impone ai Magistrati di sentire le vittime di violenza e minacce entro 3 giorni dalla denuncia e pene più severe.
    Ora stanno lavorando ad un piano di RISORSE per questo nuovo piano legislativo.
    —-

    Inoltre: Il più orribile dei delitti è quello sui bambini, eventualmente.
    Donne, animali e PERSONE ONESTE.

  2. Voltaire Rispondi

    11/08/2019 alle 20:00

    Ma come..non l’hanno ancora presoooo ?…mi ricorda un po’ Igor il russo..non è già all’estero imbarcato su qualche aereo privato…?
    CHE SCHIFO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *