L’appennino continua a tremare
Terremoti a Montefiorino e Pavullo

14/8/2019 – L’appennino emiliano continua a tremare. Un terremoto di magnitudo 2,7, a 8 chilometri di profondità, è stato registrato alle 11,56 di oggi con epicentro 3 chilometri a Ovest di Montefiorino (Modena). La scossa, registrata dalla sala sismica dell’Ingv di Roma, segue quella delle 13,17 di ieri, martedì 13 agosto, di magnitudo 3,9 con epicentro a 5 chilometri da Borgotaro, avvertita in tutto il parmense, nella montagna reggiana, in Gargagnana e in Lunigiana, sino a Sarzana e alla Spezia.

L’epicentro della scossa registrata a Montefiorino (fonte Ingv)

Un’altra scossa più lieve, di magnitudo 1,7, è stata registrata nello stesso punto e alla medesima profondità di 7 chilometri a Borgotaro, ieri sera alle 21,43. Nel pomeriggio di lunedì, invece, altre due scosse nel modenese, a conferma che l’appennino emiliano è interessato da una nuova fase di attività sismica: la prima di magnitudo 1,9 alle 17,58 a 5 chilometri a sud di Pavullo nel Frignano, l’altra alle 19,32 a Lama Mocogno di magnitudo 1.5.

ORE 16,28: SCOSSA DI TERREMOTO A PAVULLO

14/8/2019 – Nuova scossa di terremoto oggi pomeriggio nell’appennino modenese: alle 16,28 la terra ha tremato per un sisma di magnitudo 1,7 con epicentro a 4 km a Sud Ovest di Pavullo nel Frignano, a 11 chilometri di profondità.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *