Kraft vuole registrare il Parmesan
Attacco senza precedenti al Parmigiano Reggiano

28/8/2019 – Attacco in grande stile al Re dei formaggi. Non si tratta dello spettro dei nuovi dazi agitati dal presidente americano Trump (che pure non vanno sottovalutati) ma del tentativo della multinazionale Kraft di registrare in nuova Zelanda il marchio KRAFT PARMESAN CHEESE , attraverso il quale – se la domanda fosse accolta – verrebbe di fatto demolita ogni barriera giuridica a difesa del marchio Parmigiano Reggiano. Sarebbe la legittimazione dell‘italian sounding , ovvero del richiamo truffaldino a prodotti italiani tutelati, tra i quali il Parmigiano reggiano è il più prestigioso a livello globale ma – com’è noto – si produce esclusivamente nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova (destra Po)e uno spicchio di Bologna, a sinistra del fiume Reno.

Nei giorni scorsi il Consorzio di tutela di via Kennedy ha presentato un ricorso contro la Kraft: lo ha annunciato il presidente del Parmigiano Reggiano Nicola Bertinelli (che è anche presidente regionale di Coldiretti) alla vigilia della raqssegna “Identità d’origine. Dop e Igp dall’Italia e dall’Europa” che si apre venerdì 30 agosto a Fico Eataly World di Bologna: un incontro internazionale e tre giorni di rassegna-mercato, degustazioni ed eventi sulle specialità Dop e Igp, per conoscere e degustare le eccellenze dell’enogastronomia italiana ed europea.

Le attività del Consorzio Parmigiano REggiano a “Identità d’Origine” inizieranno venerdì 30 agosto con un progetto legato proprio al tema della lotta alla contraffazione e al fenomeno dell’Italian Sounding: nello Spazio Forme di FICO, dalle ore 13.15, sarà allestita una mostra di prodotti contraffatti e di altri che usano illecitamente la denominazione Parmigiano Reggiano.

Prosegue la lotta globale del Consorzio contro l’uso illegittimo del termine ‘parmesan’ – afferma dunque il presidente Nicola Bertinelli – È di pochi giorni fa la notizia che il Consorzio ha depositato il ricorso contro la multinazionale Kraft Foods Group Brands LLC che sta tentando di ottenere la registrazione del ‘KRAFT PARMESAN CHEESE’ come marchio ufficiale in Nuova Zelanda”.

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano da oltre 20 anni ha registrato il marchio del Re dei formaggi in Nuova Zelanda e con questa azione punta a tutelare l’interesse dei produttori della Dop dal tentativo di registrazione che sarebbe contro la legge, e dannoso per i consumatori neozelandesi e per i produttori italiani”.

Nicola Bertinelli

Saremo sempre in prima linea sia nelle fasi negoziali degli accordi internazionali – ha aggiunto Bertinelli sia nell’esercizio delle funzioni di tutela per difendere un diritto di trasparenza che riteniamo sacrosanto per i consumatori di tutto il mondo. Per i caseifici del Parmigiano Reggiano non è facile confrontarsi con multinazionali da oltre 20 miliardi di euro, il Consorzio è e sarà sempre dalla parte di Davide nella lotta con i giganti”.

Nel pomeriggio di venerdì, Alberto Pecorari dei Servizi istituzionali del Consorzio sarà a disposizione del pubblico presso lo Spazio Forme di FICO per approfondimenti sul tema della contraffazione e dell’Italian Sounding e per illustrare l’impegno del Consorzio nella lotta a questi fenomeni.

Il Consorzio stima che il giro d’affari del falso parmesan fuori dall’Unione Europea sia di 2 miliardi di euro, circa 200mila tonnellate di prodotto, ossia 15 volte il volume del Parmigiano Reggiano esportato. Solo nel 2018 sono state svolte più di 850 ispezioni presso punti vendita distribuiti in 61 città di 27 paesi. Oltre ai controlli ‘on site’ e ‘on line’, il Consorzio sta lavorando per ottenere all’estero lo stesso riconoscimento e le stesse tutele che il sistema delle Dop garantisce all’interno dell’Unione Europea

Gli appuntamenti a “Identità d’origine” proseguono nella giornata di sabato 31 agosto, quando alle ore 12.15 si parlerà di Parmigiano Reggiano Prodotto di Montagna. Claudio Guidetti, segretario della sezione di Modena e Bologna, racconterà al pubblico dello spazio Arena di FICO tutti i segreti che rendono unico questo formaggio: i foraggi, gli allevamenti, il lavoro e la passione delle persone che rendono così speciale il legame tra il Re dei Formaggi e il territorio di montagna.

Al termine della presentazione saranno aperte due forme due forme di 24 e 40 mesi del caseificio Casola (MO) con degustazione finale.

Sabato 31 agosto e domenica primo settembre, nella ciclabile adiacente allo spazio Arena, sarà allestito il “Mercato dei produttori e dei luoghi di produzione”. Il Consorzio sarà presente con uno stand gestito da Spazio Forme dove sarà possibile acquistare diverse stagionature e biodiversità di Parmigiano Reggiano.

Condividi

8 risposte a Kraft vuole registrare il Parmesan
Attacco senza precedenti al Parmigiano Reggiano

  1. Max Rispondi

    28/08/2019 alle 17:31

    Scommetto sul placet di quel gran signore di Conte Bis, che dovrà pur sdebitarsi con l’anno signora Merkel per averlo resuscitato. Non credete?

    • Laghetto Rispondi

      29/08/2019 alle 08:01

      Del resto ci vogliono solo dei perfetti narcisisti in quest’epoca dove il LARDO governa la gran parte delle calotte craniche.

      • Fausto Poli Rispondi

        29/08/2019 alle 18:14

        I cittadini sanno bene che il governo e l’ opposizione non fanno nulla per i cittadini italiani. Ci vuole solo la rivolta.

  2. Giuly Rispondi

    29/08/2019 alle 03:02

    Ma cazzo avete lasciato comprare dai francesi la Castelli, non potevate tenerla in Italia? In nome dell’avidità si fanno schifezze assurde!!!

    • Laghetto Rispondi

      29/08/2019 alle 10:10

      Comprano tutto; anche le coscienze. Il lardo scorre copioso nelle loro vene. Politica ? Non esiste. Non esiste democrazia e non esiste religione ufficiale che non badi al profitto.
      Se contano su di me possono crepare.
      Meglio morire che contaminarsi.

      buona giornata Giuly 😉

  3. Economista Rispondi

    29/08/2019 alle 10:12

    Pierluigi carissimo, a quando un TUO articolo intitolato ‘ SPREADOCRAZIA’ ?

  4. Fausto Poli Rispondi

    29/08/2019 alle 16:30

    Parmesan puo’ essere riconosciuto. Come prosciutto nazionale. Ma che cavolo scrivete ?¿¿?¿???????

  5. Fausto Poli Rispondi

    30/08/2019 alle 09:42

    Kraft fa quel che gli tira il culo, ma scherzate ? Date degli input ai cittadini sul colpo di stato avvenuto giorni fa a Roma.

    E non scrivete situazioni di parte.

    Fausto Poli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *