Iren Rinnovabili ha cambiato nome: da oggi è Iren Smart Solution
Cambiamento non solo di facciata: tutto era cominciato un anno fa

Iren Rinnovabili muore, e risorge come Iren Smart Solution Spa. Lo ha deciso questa l’assemblea strordinaria dei soci della Rinnovabili (60% Iren Energia, 20 % Iren ambiente e 20% Iren Mercato) che ha deliberato la nuova denominazione in Iren Smart Solution, con effetto immediato. E il compimento di un percorso iniziato un anno fa, con la chiusura dell’esperienza di Iren Rinnovabili, costata cara in termini di indebitamento, peraltro riassorbito dal gruppo con l’ingresso della società nel bilancio mconsoldiato. La società guidata sino a un mese fa dall’avvocato Ettore Rocchi (uscito dal cda del gruppo dopo quattro mandati) in questi anni è diventata strategica nell’operazione di riconversione dell’area ex Reggiane in parco tecnologico. Inoltre detiene la maggioranza di controllo di Studio Alfa. Da metà luglio il nuovo presidente è Giampiero Grotti, al vertice della finanza Iren, vicepresidente della fondazione I Teatri di Reggio Emilia e della fondazione Palazzo Magnani.

 E se il cambiamento arriva in porto, nondimeno la multiutility assicura in una nota che “restano invariati la sede, il codice fiscale e la partita IVA e vi sarà continuità per tutti gli aspetti gestionali, patrimoniali e riguardanti il personale”.

“Il cambio di denominazione sociale – precisa Iren – consentirà di presentare la società in modo più coerente con l’offerta commerciale attuale.

Dopo le operazioni societarie concluse nel 2018, il perimetro di attività di Iren Smart Solutions  si estende a tutti i settori dell’efficienza energetica, con focus e soluzioni innovative rivolte alla Pubblica Amministrazione, alle Imprese, ai Condomìni e alle realtà del Terzo Settore, in particolar modo su:
• la riqualificazione energetica e tecnologica degli edifici;

• la gestione integrata di impianti elettrici, termici, raffrescamento e global service tecnologici di patrimoni immobiliari complessi;

• i sistemi di co-trigenerazione, fotovoltaico e efficientamento degli impianti di illuminazione per interni ed esterni;

• l’illuminazione pubblica e semaforica, architettonica e l’illuminazione artistica;• la consulenza energetica ed i sistemi di monitoraggio dei consumi e analisi dei big data”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *