Psicologa e assistente sociale denunciate per sottrazione di minore
Angeli e Demoni, nuovo caso-choc nel reggiano

4/8/2019 – Un caso di sottrazione di minore emerge in Val d’Enza. Lo rivela l’avvocato Francesco Miraglia di Modena, fra i maggiori esperti in diritto dei minori, che tutela la famiglia. Secondo Miraglia, la vicenda è riconducibile “al sistema in atto da anni al Servizio sociale Val d’Enza del Comune di Bibbiano, scoperchiato dall’inchiesta giudiziaria “Angeli e demoni”.”

Una famiglia sta vivendo un incubo – racconta l’avvocato Miraglia – dopo anni di relazioni positive, improvvisamente queste cambiano, diventano pesantissime” e il padre viene accusato di abusi. La bimba sparisce chissà dove.

«A occuparsi del suo caso è stata, guarda caso, è stata la stsaa l’assistente sociale indagata nell’inchiesta “Angeli e demoni”, che davanti al giudice per le indagini preliminari ha ammesso di aver falsificato le relazioni, in quanto sottoposta a forte pressione da parte dei suoi superiori”. Perché – si chiede i legale – “non dovrebbe essere così anche per la famiglia che assisto, vista l’incomprensibile assurdità della vicenda?”.

La storia è comunque emblematica. “In provincia di Reggio Emilia una coppia ha una bimba, il padre lavora, la madre però è fragile e non sa occuparsi con maturità della piccola. Pertanto la bimba vive dapprima in comunità con la mamma, poi viene affidata agli zii e continua a vedere i genitori, i quali nel frattempo seguono un ottimo percorso di sostegno, tanto che la psicologa e l’assistente sociale che li supportano da anni, restituiscono loro la figlia”.

Dopo un paio d’anni, però, accade qualcosa di inspiegabile: “La stessa assistente sociale denuncia al Tribunale dei minorenni che la bambina avrebbe riferito che il padre l’avrebbe toccata. Senza prove, senza riscontri portano via la piccola da casa. Non l’hanno nemmeno riaffidata, come in precedenza, agli zii. Portata via e sistemata in un luogo sconosciuto”. La conclusione è angosciante: “Sono anni che la sua famiglia non ha più notizie di lei”.

“Appare chiaro come anche questo caso sia stato montato ad arte per gli scopi di cui sono indagati vari professionisti nella recente inchiesta, tra cui proprio l’assistente sociale – aggiunge l’avvocato Miraglia – Chiediamo pertanto che la ragazzina torni a casa”.

Nel frattemp “abbiamo sporto denuncia contro la psicologa e la suddetta assistente sociale, per abuso d’ufficio, falso ideologico, maltrattamento, lesioni personali e, il più grave di tutti, la sottrazione di persona incapace”.

Condividi

4 risposte a Psicologa e assistente sociale denunciate per sottrazione di minore
Angeli e Demoni, nuovo caso-choc nel reggiano

  1. Alfonso Rossi Rispondi

    04/08/2019 alle 11:56

    Pare proprio non ci sia fine all’orrore…Ho sentito l’ intervista di quell’assistente sociale al Tg3 e sinceramente ne ho ricevuto una impressione di indifferenza, di noncuranza del dolore altrui, di asservimento passivo e acritico delle disposizioni dei superiori da mettere paura…La banalità del male..

    • Fausto Poli Rispondi

      04/08/2019 alle 20:31

      Condivido.

  2. Fausto Poli Rispondi

    04/08/2019 alle 13:48

    Rapimento ? Magari qualche bastonatina…..

  3. The song of silent Rispondi

    05/08/2019 alle 08:22

    L’importante è che tutti ma proprio tutti PARLINO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *