Come soffre il cuore di Antonio Marras
Ai Chiostri il teatro del grande stilista per Curare Onlus

2/8/2019 -Il titolo è preso in prestito dal verso d’attacco di una celebre canzonetta di Rita Pavone di 55 anni fa. “Mio cuore io sto soffrendo. Cosa posso fare per te?” è il complicato, affascinante e commovente lavoro teatrale del grande stilista Antonio Marras, che andra in scena sabato sera (ore 20,30) ai Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia su iniziativa di CuraRE Onlus – l’associazione fondata e animata da Deanna Ferretti – per la realizzazione del nuovo ospedale della mamma e del bambino-  in collaborazione con Fondazione Palazzo Magnani, Comune di Reggio Emilia Farmacie Comunali Riunite, nell’ambito del progetto B come Bellezza.

Antonio Marras

L’azione teatrale, già andata in scena a Brescia, il prossimo maggio sarà al La Mama Experimental Theatre di New York.
Ideato e diretto da Antonio Marras, art director Paolo Bazzani e coreografie di Marco Angelilli, è prodotto da Valeria Orani in collaborazione con CeDAC – Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna in partnership con Sella & Mosca.

“Mio cuore” non è propriamente uno spettacolo, piuttosto un vasto “giro della prigione” uno scafo in profondità nelle vissicitudini dell’esistenza , con le sue emozioni, i dolori, le rotture e le faticose ricostruzioni. viene definito come un ” site specific” suddiviso in 14 parti recitate e danzate, affidato ad attori e danzatori guidati dalla visione di Antonio Marras in un esperimento dove si troveranno a trasformare e contaminare cultura popolare e narrazioni della memoria, attraversando le fasi della vita, le storie personali, la ricerca di un’identità propria, la memoria infantile malinconica e spaventata”.

Deanna Ferretti e Marras

Un esperimento comunque affacinante, contrassegnanto dal grande coraggio di mettere a nudo l’anima e i suoi “buchi” e nella quale è decisa la visione di Marras, che in questa azione teatrale, proprio come nella sua moda, fa muovere e interagire gli opposti: globale – locale – civilizzato – primitivo – maschile – femminile – ricco – povero – vecchio – giovane. “Innesti che sono ricerca e che si amplificano e moltiplicano nella contaminazione tra arti visive, teatro, cinema, musica, danza”.

“Mio cuore” è stato presentato nella Sala Rossa del Comune da Marras (che ha dichiarato di “sentirsi di casa a Reggio”) dal sindaco Luca Vecchi, Deanna Ferretti, Annalisa Rabitti e dal presidente della fondazione Magnani Davide Zanichelli.

Il sindaco Luca Vecchi

Gli sponsor dell’evento sono  Bper Banca, Coopservice,  Consorzio Quarantacinque, Emilbanca Credito Cooperativo, Florim 4 Architects, L’Ovile Cooperativa Sociale, Oscar Romero Consorzio in Polveriera, STU Reggiane Spa, Zamboni Associati Architettura, Warrant Hub.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *