Bimba di 2 anni “rapita” mentre dorme
Processo disciplinare
a due assistenti sociali di Reggio

L’avvocato: “Dov’era il Tribunale dei minorenni?”

30/8/2019 – Ora sono nei guai le due assistenti sociali di Reggio Emilia che lo scorso aprile hanno portato via con l’inganno una bimba di soli due anni, strappandola letteralmente dal letto dove dormiva nella casa dei genitori: l’ Ordine professionale dell’Emilia-Romagna ha avviato un procedimento disciplinare nei loro confronti. Lo fa sapere l’avvocato Francesco Miraglia di Modena, che tutela la famiglia così colpita: il noto cassazionista, fra i maggiori esperti di diritto dei minori, annuncia anche una denuncia penale alla Procura della Repubblica nei confronti delle due assistenti, e chiede una urgente revisione del caso da parte del Tribunale dei Minorenni di Bologna. Del caso, l’avvocato ha parlato anche nel corso di una puntata di Chi l’ha visto?

L’avvocato Francesco Miraglia

“Non sono caduti nel vuoto gli esposti mossi contro la Responsabile del Servizio sociale di Reggio Emilia Polo Est e dell’Assistente sociale referente del caso di mamma Stefania e di papà Marco – scrive Miraglia – il Consiglio territoriale di disciplina dell’Emilia Romagna ha aperto un provvedimento disciplinare nei confronti delle due assistenti sociali che lo scorso 3 aprile si erano presentate a casa dei due genitori, facendogli aprire la porta con l’inganno (qualcuno si era spacciato volontario dell’Enpa, chiedendo informazioni sul cane di famiglia) per poi rapire letteralmente la bambina di due anni dal lettino in cui dormiva. Portata a penzoloni giù dalle scale e sballottata in quella che sembrava una vera e propria fuga dopo l’irruzione in casa dei genitori.

Il tutto fortunatamente ripreso dalle telecamere di sorveglianza poste sull’uscio di casa.

Il procedimento disciplinare è stato avviato nei confronti delle due assistenti sociali per violazione del codice deontologico: non avrebbero infatti informato i genitori dell’intervento, privo quindi del loro consenso, abusando della loro professione.
«Innanzitutto diamo atto che l’Ordine degli assistenti sociali ha avuto il coraggio di avviare un procedimento – dichiara il legale – e come prima istanza ci rivolgeremo alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia per eventuali reati a carico delle due assistenti sociali. Ma soprattutto chiederemo che vengano estromesse dal caso in questione (anche per le modalità con cui hanno orchestrato il blitz, neanche questi genitori e questa bambina fossero dei pericolosi delinquenti!) e che il Tribunale dei minorenni faccia chiarezza e una revisione del fascicolo da loro aperto contro questi genitori che sicuramente, visto il loro comportamento, sarà viziato fin dall’inizio”.

Quindi l’affondo: “Ma come ha fatto il Tribunale a fidarsi e a non chiedere delle prove? Certo, lo ha fatto adesso: dal 20 di agosto, dopo lo scoppio del caso mediatico e con la prova delle immagini registrate dalle telecamere, ha richiesto una consulenza tecnica e fatto vedere la bambina ai suoi genitori. Ma prima? Su che prove l’hanno portata via in quel modo? Ecco, questo è l’esempio lampante conclude Miraglia – delle modalità con cui operano molti Servizi sociali in Italia, nella completa indifferenza dei Tribunali per i Minorenni».

Be Sociable, Share!

9 risposte a Bimba di 2 anni “rapita” mentre dorme
Processo disciplinare
a due assistenti sociali di Reggio

L’avvocato: “Dov’era il Tribunale dei minorenni?”

  1. Fausto Poli Rispondi

    30/08/2019 alle 21:11

    Ma sta storia quando finira’ ? Mai ?

  2. Fausto Poli Rispondi

    30/08/2019 alle 21:24

    A quando una riforma della legge sulle adozioni ?

  3. Fausto Rispondi

    30/08/2019 alle 22:15

    La fanno la nuova legge sulle adozioni ?

  4. Nietzsche 2.0 Rispondi

    31/08/2019 alle 09:11

    La domanda da porsi e da porre a tutta Italia è

    CON CHI STA il Tribunale dei Minori ?
    (CON QUALE PARTE POLITICA E POTERE GIUDIZIARIO)?

    La morte dell’uomo.

    • Fausto Poli Rispondi

      31/08/2019 alle 20:49

      Mi spiace. L’ opposizione cosa fa ? L’ opposizione non convoca un tavolo di trattativa. Se ne frega. Razzola male. La comunicazione politica e’ fortemente contro l’ informazione corretta. La politica in Italia e’ una casta spesso a delinquere. Non c’è bisogno di menti eccelse per capire questo. Pio La Torre fu assassinato per aver proposto una buona legge contro la magistratura massonica e spesso contro i diritti del cittadino. L’ informazione politica e’ inesistente. Non riceviamo servizi in proporzione a cio’ che versiamo. Bene, potete scrivere cio’ che credete. Questa vicenda era da correggere immediatamente. Invece le opposizioni regionali se ne sbattono e vanno a batter cassa. Chi dovra’ intervenire. Un luminare politico o gente esperta, dei tecnici? Qui in Italia gli enti sono gestiti da degli incompetenti. Io parlai con Bini della discarica di Poiatica, come la terra dei fuochi. E lo stesso Bini mi rispose che non lo sapeva nemmeno lui, FORSE la regione…. Ehhhhhhhhhh ? Ogni parola e’ superflua. Ma anche se amministrasse forza Italia o un altro partito, se non cambi le leggi, come cavolo fanno i cittadini ? Si devono arrangiare.

  5. Maria Grazia Rispondi

    31/08/2019 alle 16:15

    Organizzate una raccolta fondi per i genitori a cui hanno rapito i figli e che non si possono permettere di pagare un avvocato

    • Fausto Poli Rispondi

      31/08/2019 alle 20:50

      Lo Stato no ? Il danno lo hanno commesso gli enti. Ma scherza ?

  6. Rita Rispondi

    01/09/2019 alle 06:27

    È stata portata via anche la mia nipotina con l’inganno, era stata trattenuta in ospedale per false cure, e portata via dicendo che doveva fare un ulteriore radiografia. Aveva 15giorni. Tramite l’avv. Miraglia è tornata a casa a 3 anni

    • fausto Poli Rispondi

      01/09/2019 alle 20:38

      Signora mi spiace molto. Troppo tempo. Anche gli avvocati ci mangiano su. Causa che pende causa che rende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *