“Via lo striscione su Regeni, è l’ora di Verità su Bibbiano
Ordine del giorno di Bassi in comune a Reggio

 

28/7/2019 – Da oltre due anni lo striscione giallo della campagna di Amnesty “Verità su Regeni”, per il giovane dottorando collaboratore del Manifesto ammazzato in Egitto dai servizi segreti, campeggia sulla facciata del Municipio di Reggio, in piazza Prampolini. Ma è arrivato il momento di toglierlo per appendere invece uno striscione con scritto “Verità su Bibbiano”. Lo chiede con un ordine del giorno in Sala del Tricolore il consigliere comunale Claudio Bassi, avvocato, eletto nella lista di Forza Italia, votato anche dal Pd come vicepresidente vicario del consiglio comunale.

Lo striscioone appeso nella sede della Regione Piemonte

Gli striscioni “Verità su Bibbiano” si moltiplicano un po’ dappertutto: quello nella facciata della Regione Piemonte ha suscitato una reazione durissima da parte del vicesindaco bibbianese il quale, evidentemente inconsapevole della gravità della situazione, ha dichiarato “e’ una vergogna che ci accosti all’omertà su Regeni”.

L’ingresso del comune di Reggio Emilia

Ma Reggio Emilia nel braciere dello scandalo degli affidi illegali, scandalo che travolge i servizi sociali della Val d’Enza e un’intera filiera di tecnici, funzionari,assistenti sociali, consulenti, politici, enti pubblici uniti tutti da un collante ideologico e politico. Dove meglio che sul comune di Reggio uno striscipone-manifestgo “Verità per Bibbiano”? Vedremo come sarà accolto l’ordine del giorno Bassi dalla maggioranza del consiglio comunale. Soprattutto c’è attesa per come il Pd e il sindaco motiveranno la loro posizione.

Intanto dell’inchiesta Angeli e Demoni si occupa domani pomeriggio il consiglio di Reggio Emilia: iscritte all’ordine del giorno due interpellanze sempre dell’avvocato Bassi e di Paola Soragni del Movimento 5 Stelle.

L’ORDINE DEL GIORNO “VERITA’ SU BIBBIANO” DEL CONSIGLIERE CLAUDIO BASSI

Considerato

 Che da alcuni anni risulta appeso sulla facciata della Casa Comunale uno striscione con la dicitura “Verità per Regeni”;                                                                                            

Posto 

Che il problema riguardante Regeni è all’ordine del giorno del Governo centrale e delle massime Istituzioni Nazionali;                                                                                            Atteso 

Che emerge necessario sostituire detto striscione con altro portante la dicitura “Verità per Bibbiano”;                                                                                         

Dato atto 

Che  la tematica “Verità per Bibbiano” inerisce sfruttamenti, soprusi e violenze perpetrati nei confronti di tanti minori indifesi, fatti che hanno colpito in particolare la collettività Reggiana;                                                                                         

Rilevato 

Che affiora del tutto evidente tenere alta la guardia affinché cessino immediatamente violenze, sorpusi e sfruttamenti nei confronti di minori;

 Tanto esposto 

Il  Consiglio Comunale, quale massima espressione della Città di Reggio Emilia,  invita il Signor Sindaco a sostituireimmediatamente lo striscione “Verità per Regeni” ubicato sulla facciata della Casa Comunale con altro portante la dicitura “Verità per Bibbiano”.                                                                                                                                                                                                   

Condividi

5 risposte a “Via lo striscione su Regeni, è l’ora di Verità su Bibbiano
Ordine del giorno di Bassi in comune a Reggio

  1. Orazio Rispondi

    28/07/2019 alle 19:15

    VERITA’SU REGGIO EMILIA A 360°

    sarebbe ancora meglio…

    • Fausto Poli Rispondi

      28/07/2019 alle 20:04

      Condivido.

    • Alfonso Rossi Rispondi

      29/07/2019 alle 08:24

      Assssssolutamente d’accordo

  2. Nessuno li può giudicare Rispondi

    29/07/2019 alle 08:13

    La verità ti fa male lo sai

    • Orazio Rispondi

      29/07/2019 alle 09:46

      Il problema è CHI li giudica…che troppo spesso fa parte del loro …come chiamarlo…’enturage’…??

      o dato che siamo in tema fecale…

      ‘CREME DE LA CREME’ ?

      (scusate il francesismo)

      😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *