Il questore espelle l’indiano che aggredisce cittadini e agenti
Ma è irreperibile ed è diventato una “star” dei social

Il questore di Reggio Emilia ha revocato il permesso di soggiorno all’indiano Sharam Ram, 37 anni, residente in città da tempo con permesso di soggiorno rinnovato per lavoro subordinato — settore agricolo. Ram, che fiutata l’aria si è reso irreperibile, è conosciuto a Reggio per importunare i clienti dei supermercati con insistenti richieste di denaro e successive maledizioni se non riceve niente e per le aggressioni nei confronti di Carabinieri e polizia. E’ lui il protagonista del video, diventato virale sui social, che lo ha immortalato il 31 maggio davanti al teatro Valli mentre danneggia un’auto della Municipali, affronta minaccioso due agenti e infine viene catturato dai Carabinieri.

Il Questore di Reggio Emilia, considerati i precedenti giudiziari e le continue segnalazioni dei cittadini verso le Forze dell’Ordine sulla presenza dello straniero giudicata pericolosa per l’ordine e la sicurezza pubblica e anche degli stessi operatori di polizia che si sono trovati a gestire la condotta dello straniero “non incline all’osservanza delle leggi e dei regolamenti”, ha emesso nei suoi confronti in data 24 giugno un provvedimento di revoca del permesso di soggiorno.

Sharam Ram risulta avere una condanna dal Tribunale di Parma per rissa per un fatto commesso nel 2016 a Fidenza. Lo stesso Tribunale inoltre lo ha condannato per guida in stato di ebbrezza a seguito di un fatto accertato a Parma nel 2016 (un mese e 20 giorni di arresto)

Nel 2018 invece i militari dell’Arma dei Carabinieri di Reggio Emilia lo hanno denunciato alla Procura per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e danneggiamento aggravato ai danni dell’auto di servizio, da cui è seguita una condanna a 9 mesi di reclusione.

Il 16 luglio dello scorso anno era stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Reggio Emilia poiché aver aggredito, senza alcun motivo, gli occupanti di un veicolo militare dell’Arma impegnata nel controllo del territorio: prima danneggiato il mezzo, per ha aggredito con violenza i militari, cercando di colpirli con pugni e calci, creando in tal modo un pericolo per l’incolumità degli stessi.

Da ultimo nella mattina del 31.05.2019, SHARAN Ram è stato nuovamente sottoposto a fermo e in seguito deferito all’A.G. per l’ipotesi di reati previsti e puniti dagli artt. 336 (violenza e minaccia a pubblico ufficiale), 582 (lesioni personali) e 635 (danneggiamento) aggravato, allorquando, in preda ad un notevole stato di agitazione, ha aggredito fisicamente e verbalmente una pattuglia del Comando della Polizia Locale in una centralissima piazza di questo Comune capoluogo, arrecando danni al mezzo di servizio e contusioni agli agenti intervenuti per contenere il comportamento veemente dello straniero, originato in questo caso da abuso etilico e conseguente stato di ubriachezza.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *