Ognibene ha consegnato le dimissioni
“Finito qui il mio impegno nei 5 Stelle”
Inchiesta Angeli e Demoni: rinviato a venerdì il sit-in di Giorgia Meloni davanti al comune di Bibbiano

2/7/2019 – Questa mattina Rossella Ognibene ha consegnato al protocollo del Comune di Reggio la lettera di dimissioni da consigliere comunale. Finisce così, ancora prima di cominciare, l’avvenuta politica dell’avvocato Ognibene, candidata sindaca 5 Stelle a Reggio Emilia, che ha scelto l’impegno professionale di difensore di Federica Anghinolfi, responsabile dei servizi sociali dell’Unione comuni Eal d’Enza, una delle principali indagate (agli arresti domiciliari) nell’inchiesta Angeli e Demoni sui bambini strappati ai genitori attraverso affidi irregolari.

L’avvocata Rossella Ognibene

Lo ha annunciato poco fa la stessa Ognibene in un post su Facebook, con un ringraziamento ad attivisti, rappresentanti e portavoce M5S, ai quali però dà un addio inequivocabile: “Il mio contributo al Movimento 5 Stelle è finito qualche giorno fa”.


Ecco cosa scrive: “Stamattina ho consegnato le dimissioni da Consigliere Comunale – scrive – per ragioni che attengono gli obblighi connessi alla mia professione, obblighi che sono sopravvenuti solo pochi giorni fa. In qualità do §Consigliere comunale avevo già presentato sei richieste di accesso agli atti e una mozione.

Al Movimento 5 Stelle spetterà proseguire quanto iniziato da oltre 10 anni e lo farà al meglio, con i suoi attivisti, rappresentanti e portavoce ai quali va il mio ringraziamento. Il mio contributo al Movimento 5 Stelle è finito qualche giorno fa e auguro a tutti loro un proficuo lavoro”.

Subito una valanga di commenti al post, quasi tutti fortemente critici per la scelta di Ognibene.

Alcuni commenti al post con cui Rossella Ognibene ha annunciato le dimissioni dal consiglio comunale e l’addio ai 5 Stelle

Intanto non si placa la bufera di Angeli e Demoni: la vicenda dei bambini sottratti ai genitori manipolando dichiarazioni, testimonianze e persino disegni sta suscitando un’indignazione generale, e per questo è balzata all’agenda politica del Paese.

I gruppi parlamentari 5 Stelle hanno convocato una conferenza stampa oggi pomeriggio a Roma su minori e affidi, mentre è stata rinviata a venerdì il sit-in con Giorgia Meloni davantio al municipio di bibbiano: la manifestazione, con le telecamere de La 7, era prevista inizialmente per domani, m3ercoledì. «Scenari sempre più inquietanti emergono dall’inchiesta “Angeli e Demoni” sugli affidi illeciti dei minori – ha dichiarato la presiden di FdI – Apprendiamo che nel 2017 il Comune di Reggio Emilia ha collaborato all’organizzazione di un convegno sugli abusi sui minori. Tra i promotori figura il Centro Studi “Hansel e Gretel”, la Onlus piemontese coinvolta nell’inchiesta. A patrocinare l’iniziativa è stata l’Unione Comuni Val d’Enza, il cui servizio sociale integrato è sotto accusa. E i relatori? Diverse persone oggi nella lista dei 26 indagati dalla Procura reggiana. Assurdo. Mentre la sinistra tace, Fratelli d’Italia sarà a Bibbiano per accendere i riflettori su uno scandalo inaccettabile. I bambini non si toccano”.

Per sabato sera, inoltre, a Reggio Emilia è in programma una fiaccolata promossa da un gruppo di cittadini guidati da Jennifer Varini, già candidata 5 Stelle al consiglio comunale.

Ieri sera, lunedì, oltre un milione di telespettatori per l’ampia pagina che il talk show Quarta Repubblica di Nicola Porro ha dedicato all’inchiesta Angeli e Demoni., con servizi da Bibbiano e da Moncalieri – sede del centro studi Hansel e Gretel dello psicoterapeuta Claudio Foti, al centro dello scandalo, e il noto psicologo Guglielmo Gulotta in studio, che ha stroncato i metodi della Hansel e Gretel, che proprio nel reggiano ha forgiato numerosi operatori con seminari, corsi di formazione e convegni finanziati dai Comuni e dalla Ausl.

Nicola Porro conduce Quarta Repubblica su Rete 4

In studio anche il segretario provinciale reggiano del Pd Andrea Costa, che da un lato ha chiesto accertamenti rapidi, e dall’altro ha difeso il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti (agli arresti domiciliari) ricordando che non è accusato di abusi o manipolazioni, ma di abuso di atti di ufficio. Il giornalista Mario Giordano ha avuto buon gioco nel ricordargli cosa ha scritto il gip Ramponi nella sua ordinanza: “… Evidente la sua copertura “politica” (di Carletti, ndr.) continuativa e sistematica alla attività degli altri indagati”.

L’ordinanza, inoltre, sottolinea “la essenzialità del suo contributo e , quindi, l’alta capacità criminale del medesimo, tenuto conto che ha ripetutamente consentito le spese in esecuzione degli abusi d’ufficio con erogazione di contributi indebiti attraversom l’assunzione di debiti fuori bilancio, ben conscio della situazione e pronto a soccorrere la Anghinolfi e gli altri indagati…” .

Condividi

5 risposte a Ognibene ha consegnato le dimissioni
“Finito qui il mio impegno nei 5 Stelle”
Inchiesta Angeli e Demoni: rinviato a venerdì il sit-in di Giorgia Meloni davanti al comune di Bibbiano

  1. Il fu Mattia Pascal Rispondi

    02/07/2019 alle 11:30

    Non sono più i tempi del Forteto…

    Oggi,
    i Media e i giornalisti più di valore, che si espongono nel caso anche in prima persona per vedere una G I U S T I Z I A
    effettivamente A P P L I C A T A
    &
    E Q U A,
    ci sono.
    Sono tanti e comunicano tra loro.

    Così è se vi pare.

  2. Roberta Rispondi

    02/07/2019 alle 16:43

    La politica amministrativa di Reggio ha perso un pezzo da novanta in termini di capacità ed integrità etica. Però credo si debba solo rispettare la volontà di Rossella qualunque sia stata la ragione della sua scelta. Dobbiamo rispettare la sua volontà anche se non condivisa. Tutti quei commenti che vomitano veleno non sono altro che l’ennesima dimostrazione di come il degrado morale, purtroppo oggi così in auge,abbia attecchito anche qua!Anche a Reggio la ragione non riesce a tenere a bada l’istinto!Rossella non ti curar di loro,non ascoltare e passa! La vita è tua!

    • Ezio Rispondi

      03/07/2019 alle 13:09

      Scusi,
      ma quali commenti velenosi ?
      Forse altrove ?

      Ah, si riferisce a quello che dice che non avendo ottenuto il ruolo di sindaco (più remunerato del Consigliere) ci abbia ‘ripensato’?

      Il degrado morale mi pare che sia al centro dello scandalo Val D’Enza, non altrove!

  3. NICOLA VILLANI Rispondi

    05/08/2019 alle 13:59

    Beh, rinunciare all’assessorato per difendere l’inquisita anghinolfi principale del fattaccio? NESSUNA STIMA??!

  4. NICOLA VILLANI Rispondi

    05/08/2019 alle 14:00

    Beh, rinunciare all’assessorato per difendere anghinolfi, l’inquisita principale del fattaccio? NESSUNA STIMA??!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *