La Squadra Mobile sequestra mezzo quintale di hascisc in un garage di Largo Gerra, affittato da trafficante marocchino

22/7/2019 – Nuovo maxi sequestro di droga effettuato dalla Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia.

Sabato 20 luglio intorno alle 10,30 la Squadra Mobile ha perquisito un box garage in Largo Gerra a Reggio Emilia a disposizione di Azzedine Hadiri, marocchino di 51 anni residente a Reggio Emilia in Via Isacchi, attualmente in carcere a Reggio Emilia perchè arrestato il 23 aprile per detenzione di un ingente quantitativo di cocaina, hascisc e marijuana: nell’autofficina Supercar di via Pervilli, di cui Hadiri è titolare, la polizia aveva scovato 212 chili di hascisc, 4 di cocaina, 1 di marijuana e 29 mila euro in contanti.

In largo Gerra invece aveva affittato un box per quattro anni, con regolare contratto d’affitto. em lì la Squadra Mobile è arrivata, nel corso delle indagini sul giro di spaccio alimentato dall’imprenditore e meccanico marocchino.

L’jascisc sequestrato dalla Squadra Mobile nel garage di Largo Gerra

Forzata la porta basculante alla presenza del proprietario del locale (la serratura era stata cambiata) il personale della Mobile ha rapidamente individuato, nascosti tra alcuni scatoloni e degli indumenti: una ingente quantita di droga . Una volta all’interno, sul lato destro del garage, occultati tra alcuni scatoloni ed alcuni indumenti gli uomini della Squadra Mobile rinvenivano una ingente quantità di sostanza stupefacente così suddivisa: 675 ovuli di hascisc del peso complessivo di kg. 6,912; 475 ovuli di hascisc del peso complessivo di kg. 4,070; 5 confezioni di plastica trasparente con panetti di di hascisc per il peso complessivo di 31 chili, altre 15 confezioni per un totale di 8,8 chili di hascisc in panetti; e un altro chilo di hascisc in dieci panettti con la scritta “Bugatti”. Il totale della droga sequestrata ammonta a oltre mezzo quintale, per l’esattezza 51,782 chilogrammi. A conferma che Reggio Emilia non è solo piazza di spaccio, ma crocevia di traffici in elevate quantità di stupefacenti.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *