Due bambini tornano col papà
Il giudice: “Dati stravolti dai servizi sociali Val d’Enza”
I piccoli erano affidati alla madre con una compagna conoscente di Anghinolfi

23/7/2019 – Il tribunale di Parma ha ordinato la restituzione di due bambini al padre, che da oltre un anno aveva perso anche la potesta genitoriale: gli erano stati tolti su intervento dei servizi sociali della Val ‘d’Enza. Lo scrive oggi il Resto del Carlino. La vicenda ricondurrebbe per vie traverse alla responsabili dei aservizi sociali dell’Unione, Federica Anghinolfi: i bambini, allontanati dal papà sarebbero stati affidati alla ex compagna di lui, che aveva intrecciato una relazione con una donna conoscente, a quanto risulta, della stessa Anghinolfi.

I bambini sono tornati ieri a casa per il loro reinserimento, tre ore per due volte alla settimana: successivamente in base alle relazioni dei consulenti tecnici del tribunale, saranno ristabilite le regole previste dalla originaria sentenza di separazione.

La manifestazione di Bibbiano

Il giudice di parma “usa parole forti – scrive Nina reverberi – ripercorrendo quanto accaduto e confermando un atteggiamento particolare degli stessi serv izi sociali”. Il giudice, infatti, scrive che “il tribunale per i minorenni aveva adottato il provvedimento sopraindicato sulla base di una ricostruzione gravemente falsata (sulle condizioni dei minori e le competense genitoriali, ndr.) da parte dei9 Servizi sociali, i quali avevano volutamente riferito fatti relativi alla madre, quali, ad esempio, un tentativo dio suicidio della stessa e aveva stravolto i dati emergenti dalle oservazioni a danno del ricorrendte( il padre)”.

Il giudice cita anche fatti emergenti nell’inchiesta Angeli e Demoni e aggiunge: “I servizi si erano occupati esclusivamente dei due figli più piccoli della coppio, lasciando il figlio maggiore, peraltro affetto da gravi patologie… a vivere presso il padre, ritenuto pertanto idoneo dai medesimi servizi a occuparsi del primogenito”.

la folla alla manifestazione di Bibbiano

Per più di un anno l’uomo ha potuto vedere i due bambini più piccoli solo poche volte e in forma protetta, mentre la moglie era andata a vivere con una compagna. e la nonna paterna non ha mai potuto incontrare i nipoti. Il padre aveva presentato un esposto alla procura di Reggio contro gli operatori dei servizi sociali della val d’Enza, e la pratica è stata a quel punto trasferita as Parma (anche ai servizi sociali della città ducale) dove vive la madre.

Condividi

2 risposte a Due bambini tornano col papà
Il giudice: “Dati stravolti dai servizi sociali Val d’Enza”
I piccoli erano affidati alla madre con una compagna conoscente di Anghinolfi

  1. Plus/Minus Rispondi

    23/07/2019 alle 11:11

    E c’è invece chi minimizza su questo ‘BUBBONE BIBBIANO’ scribacchiando qua e là.

    Nemmeno un poco di buon gusto, oltre ad un minimo sindacale di coscienza…

  2. Loredana Rispondi

    23/07/2019 alle 13:56

    fascisti rossi e froci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *