Cervarezza piega 4-1 un combattivo Casina e vince il torneo della Montagna
Finale ritardata dalla pioggia, sold out il Centro Coni di Castelnovo Monti

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

29/7/2019 – Il Cervarezza conquista meritatamente la 68 ma edizione del Torneo della Montagna battendo il Casina: per i termali è il quarto titolo in assoluto dopo quelli vinti nel 1961, 1991 e 2016.

L’anno scorso il Cervarezza era stato sconfitto nella finale dal Vettus.

Si chiude così il sipario su questa manifestazione che per due mesi immancabilmente dal 1951 monopolizza l’attenzione di tutta la montagna e non solo; evento peraltro unico nel suo genere che ogni anno richiama nel nostro splendido appennino i migliori giocatori del panorama dilettantistico non solo regionale.

Giove pluvio ha creato qualche problema al Centro Sportivo Italiano, da sempre anima e organizzatore del torneo, che si è visto costretto a rinviare la finale di 3 ore a causa della forte pioggia caduta sulla capitale della nostra montagna; l’incontro si è quindi disputato alla luce artificiale di un “Centro Coni” di Castelnovo ne Monti davvero tutto esaurito.

Ad ogni buon conto, e per entrare nel merito dell’incontro, il Cervarezza ha battuto il Casina per 4-1, con una partita concreta, dominando il campo per quasi tutti i 90 minuti; la squadra della coppia di mister Cecchi-Canedoli ha conquistato la finale piegando il Gatta con rete di Rinaldi nei minuti finali, mentre il Casina ha vinto la semifinale vincendo 1-0 contro il Baiso Secchia con gol decisivo del locale Morani.

Torneo della Montagna: il Cervarezza dopo la vittoria in finale

Le note sul taccuino raccontano che al gol iniziale di Fall, che sostituiva giusto per la finale il grande assente Grasjan Aliu, con un gran diagonale all’11’, aveva risposto un colpo di testa di Prince Addae al 17′; al 29′ Mangiarotti, con una splendida punizione che si è spegneva all’incrocio dei pali, aveva poi ristabilito il vantaggio, e al 62′, su una ripartenza fulminea del Cervarezza dopo una palla persa dal Casina, arrivava la doppietta di Fall, che coglieva impreparato il portiere Priolo in uscita.

Nei minuti di recupero il locale Leonard Kastrataj a porta sguarnita ha calato il poker per il Cervarezza.

Verdetto quindi molto, troppo, pesante per il Casina che ha comunque accettato la sfida sul campo “combattendo”; un atteggiamento per nulla rinunciatario vanificato tuttavia da uno spietato Cervarezza che non ha sprecato le occasioni da gol costruite.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *