“Il direttore Ausl Nicolini deve farsi da parte”
Scandalo affidi, la deputata Fiorini chiede indagine a 360° sulle consulenze di Hansel e Gretel

29/7/2019 – “La sanità reggiana non può essere rappresentata da una figura apicale coinvolta in una vicenda così grave e che tanto sconcerto sta generando nella nostra comunità. Su una figura  di questo livello non può esservi neanche l’ombra del sospetto di un presunto business sugli affidi di minori”. Con queste parole la deputata reggiana di Forza Italia Benedetta Fiorini torna a chiedere che il direttore dell’Ausl di Reggio Emilia, Fausto Nicolini, si faccia da parte.

Fausto Nicolini, direttore Ausl Reggio Emilia, indagato nell’inchiesta Angeli e Demoni

Fiorini ne chiede l’autosospensione “in attesa che la giustizia faccia il suo corso”. Nicolini figura tra i 29 indagati nell’inchiesta Angeli e Demoni, per reati “amministrativi”, per atti d’ufficio in concorso con Federica Anghinolfi, Nadia Campani e il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti (attualmente ai domiciliari e sospeso dalle funzioni). L’addebito è di aver tentato di favorire il Sie – centro Sviluppo Emotivo (costola del centro studi Hasel e Gretel di Foti e Bolognini) per assegnare consulenze per centomila euro aggirando gli obblighi della gara ad evidenza pubblica.

Benedetta Fioorini

“Le istituzioni e gli enti pubblici come l’Ausl devono essere esempio di trasparenza massima e legalità”, afferma l’onorevole Fiorini, che oggi chiede di rivedere tutte le consulenze affidate in Emilia Romagna, e non solo, al centro studi Hansel e Gretel di Moncalieri (al centro dello scandalo degli affidi in Val d’Enza): “Non solo quelle recenti del caso Bibbiano, ma anche quelle di 20 anni fa nell’inchiesta sui “Diavoli nella Bassa Modenese”.

E di ieri la notizia che la Procura di Modena ha aperto un fascicolo sui minori tolti alle famiglie naturali 22 anni fa: “E’ un ulteriore passo avanti nella ricerca della verità su fatti che hanno sconvolto le nostre comunità – afferma la deputata azzurra, che è anche vicecommissaria di Forza Italia nella regione – Il coinvolgimento in entrambi i casi, come a Bibbiano, di psicologi della onlus torinese Hansel e Gretel deve essere un campanello d’allarme anche per la politica”.

Le scarpette depositate in piazza Grande a Modena, al termine della fiaccolata per i bambini strappati ingiustamente ai genitori


Per questo oggi è indispensabile non fermarsi alle consulenze dell’ultimo biennio, bensì scavare indietro di vent’anni. “Dobbiamo arrivare al punto di essere certi che non vi siano altri casi di minori strappati in modo illecito alle famiglie naturali oltre a quelli su cui già indagano le Procure a seguito delle due inchieste menzionate. La politica faccia la propria parte e si muova con celerità – conclude Fiorini – affinché ogni minore sia tutelato fino in fondo”.

Condividi

4 risposte a “Il direttore Ausl Nicolini deve farsi da parte”
Scandalo affidi, la deputata Fiorini chiede indagine a 360° sulle consulenze di Hansel e Gretel

  1. Norma Rispondi

    30/07/2019 alle 08:44

    MI pare moooooolto razionale e pienamente plausibile questa richiesta.
    Un passaggio ovvio, nella normalità.

  2. verità Rispondi

    31/07/2019 alle 14:58

    Mi chiedo se lei abbia le prove che Nicolini abbia fatto qualcosa. Molto più probabile invece che si voglia strumentalizzare politicamente tutto.

  3. franca Rispondi

    31/07/2019 alle 14:59

    ah forse vuole andare lei a fare il Direttore Generale…

  4. Carla Rispondi

    06/11/2019 alle 09:16

    Sulla spesa sanitaria destinata ai servizi sociali (area minori) decideva un gruppo di lavoro del servizio di NPI costituito dai dirigenti più alti in grado ed appartenente al Dipartimento di Salute Mentale.
    Non è solo Nicolini a doversi fare da parte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *