Angeli e Demoni, revocati gli arresti per Claudio Foti
Ma resta l’obbligo di dimora a Pinerolo

18/7/2019 – Il Tribunale del Riesame di Bologna ha revocato gli arresti domiciliari a carico dello psicoterapeuta Claudio Foti, 68 anni, famoso volto televisivo, fra i principali indagati dell’inchiesta Angeli e Demoni sugli affidi illegali e i servizi sociali della Val d’Enza. Foti è il coordinatore del centro studi Hansel e Gretel di Moncalieri, che operava con i suoi psicoterapeuti alla “Casa” di Bibbiano (comunità di bambini in affido), mentre a Reggio gestiva anche un master post universitario insieme alla facoltà pontificia Auxilium di Scienze dell’educazione, con il contributo dell’Ausl di Reggio Emilia e dell’Unione Comuni Val d’Enza.

Claudio Foti durante un dibattito a Rai1

Il Riesame, su ricorso dell’avvocato difensore Girolamo Andrea Coffari, ha attenuato la misura cautelare: Foti torna in libertà, però con l’obbligo di dimora nel comune di Pinerolo. Restano al momento ai domiciliari cinque persone su una trentina di indagati, di cui numerosi sospesi per sei mesi dall’esercizio delle professione, e due donne con divideto di avvicinarsi e di comunicare con una minore a loro affidata. L’avvocato Giovanni Tarquini presentera l’istanza di scarcerazione per il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, ora sospeso dalle funzioni.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *