Angeli e Demoni: il sindaco Carletti (sospeso dal Prefetto) ricorre al Riesame contro gli arresti domiciliari
“Progetti decisi in modo collegiale con l’unico obiettivo della tutela dei minori”

7/7/2019 -Andrea Carletti (appena sospeso dalle funzioni di sindaco di Bibbiano dalla prefettura) presenterà ricorso al tribunale dei Riesame contro la conferma degli arresti domiciliari decisa del gip Ramponi nell’ambito dell’inchiesta Angeli e Demoni sugli affidi illegali in Val d’Enza.

La decisione del magistrato- ha fatto sapere oggi il legale di Carletti, l’avvocato Giovanni Tarquini – è stata accolta con amarezza: “E chiaro che il dottor Carletti si riserva di impugnarla o di reiterare l’istanza di revoca della misura” specifica il difensore.”Egli – aggiunge –  rinnova la piena fiducia nell’operato della magistratura e auspica che in tempi brevi sia fatta chiarezza ed ogni doveroso accertamento. Ribadisce con estrema fermezza la correttezza e l’onestà del suo operato: il suo primo pensiero va sempre ai minori e alle famiglie coinvolte ai quali esprime una sincera vicinanza”.

In particolare su questo ambito, Carletti “auspica che in tempi rapidi si proceda ad una attenta e rigorosa verifica”. 

Il suo unico ed esclusivo obiettivo – aggiunge l’avvocato Tarquini – “è sempre stato il benessere e della tutela dei minori. A tal fine l’unione della Val d’Enza, di cui fanno parte 8 comuni, considerando tale aspetto come una priorità assoluta, ha cercato di mettere in campo progetti innovativi e le competenze più qualificate, attraverso un confronto costante con tutti i soggetti competenti, dunque sempre in modo collegiale, dando attuazione alle linee di indirizzo regionale in materia.” Un percorso che “considerata la delicatezza e la complessità dei temi trattati, si è connotato per le frequenti restituzioni pubbliche dei risultati che man mano si conseguivano”. Carletti infine “desidera esprimere un ringraziamento per le tantissime e continue manifestazioni di vicinanza, affetto e stima”.

Condividi

Una risposta a 1

  1. henry thoreau Rispondi

    08/07/2019 alle 11:17

    : humor nero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *