Quattro righe su facebook: ammirevole sforzo di Muzzarelli in solidarietà con Nanetti, aggredito a Modena da otto squadristi “antifa”

28/7/2019 – E’ arrivata anche la solidarietà del sindaco piddino di Modena Giancarlo Muzzarelli all’ex consigliere comunale di Correggio Andrea Nanetti, pestato sabato intorno alla mezzanotte in piazza Pomposa nella città della Ghirlandina, dopo aver partecipato alla fiaccolata per i bambini di Bibbiano. Sono arrivati in otto del giro locale “antifa” a colpo sicuro, di quelli abituati a menare, lo hanno circondato e preso a calci e spintoni mentre Nanetti e un suo amico si rifugiavano dentro a un locale. Si è poi appreso che quello è territorio controllato, come nella Napoli camorrista o nella Palermo dei mandamenti mafiosi, da un’aggregazione di squadristi politici coperti dalla sinistra istituzionale, che autodefiniscono “antifascisti”.

Nanetti nel classico selfie con Salvini

Nanetti dunque ha ricevuto insieme alle botte che lo hanno mandato al pronto soccorso, anche una quantità impressionante di messaggi di solidarietà per tutta la giornata domenicale, trascorsa in attesa di poter procedere al riconoscimento fotografico dei delinquenti.

Si è materializzato anche il sindaco di Modena Muzzarelli, non con una telefonata e tanto meno con un comunicato ufficiale, ma con uno striminzito post su facebook. Per lui, visto il clima, deve essere stato uno sforzo titanico. Muzzarelli, senza citare minimamente il contesto della fiaccolata per i bimbi di Bibbiano, ammette di aver appreso dai media dell’aggressione “a un militante leghista”. Evidentemente non ha ricevuto neppure un’informativa dalla sua Municipale.

Giancarlo Muzzarelli


“Esprimo la mia solidarietà e sono certo che le forze dell’ordine faranno subito chiarezza -scrive il sindaco – Non ci deve mai essere violenza, che è sempre il modo sbagliato per reagire alle idee differenti. 
Ci auguriamo che i responsabili vengano identificati al più presto”.Questo il messaggio del sindaco Pd di Modena: “Se avesse taciuto – è il commento ironico colto da più parti – avrebbe fatto miglior figura”.

Lapidario il commento di Andrea Nanetti, ancora dolorante dopo l’aggressione: “In una città che predica l’integrazione e la tolleranza, è intollerabile che qualcuno venga aggredito per un’idea politica diversa”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *