Violazioni sicurezza, chiuso per cinque giorni il Bingo dello stadio

28/6/2019 – Il Questore di Reggio Emilia ha chiuso per cinque giorni il “Bingo d’Oro” che opera da molti anni nella zona dello stadio Mapei, di cui attualmente è titolare un imprenditorie originario di Catania e residente a Cento.

Nella giornata di ieri, 27 giugno, gli operatori della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Reggio Emilia, a conclusione di specifiche indagini e in attuazione dell’ordinanza del questore Sbordone, hanno apposti i sigilli al Bingo “storico” di Reggio,.
L’attività era stata già oggetto di precedenti contravvenzioni – fanno sapere da via Dante – Nel 2017, a seguito di un sopralluogo effettuato dal locale Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, erano state riscontrate numerose contravvenzioni in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro e allora erano stati concessi 45 giorni per rimettere la situazione in regola. Tuttavia, successivi sopralluoghi hanno rilevato il permanere delle difformità e così già nel 2017 era arrivato per il Bingo un primo provvedimento di sospensione dell’attività.
Il mese scorso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco segnalato alla Questura di Reggio Emilia, a seguito dell’ennesivo sopralluogo, che il Bingo dello stadio continuava ad operare nonostante l’ordinanza di interruzione
“La persistente inosservanza della normativa in materia di sicurezza e antincendio e la configurazione dell’abuso della concessa autorizzazione, fattori tutti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica” di conseguenza “hanno indotto il Questore di Reggio Emilia, in qualità di Autorità Provinciale di ordine e sicurezza Pubblica, a disporre la sospensione per giorni 5 (cinque) dell’autorizzazione per la gestione del gioco denominato “Bingo” e della complementare autorizzazione per l’attività di gestione dei sistemi di gioco”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *