Otto etti di hascisc in frigo, 35 dosi di cocaina in tasca: la Mobile prende due pusher marocchini

29/6/2019 – Quando fa caldo in frigorifero entrano le cose più strane; Marilyn Monroe, nel film “Quando la moglie è in vacanza”, teneva in fresco le mutandine, ieri mattina invece gli agenti della Squadra Mobile di Reggio Emilia hanno trovato un frigo stipato di droga in casa di un pusher marocchino: ben sette pani di hascisc, per un peso complessivo di circa 7 etti. In casa anche 6 mila 800 euro in contanti. L’arresto è scattato nella mattinata di ieri quando, sulla scorta di una incessante attività info-investigativa, hanno deciso di perquisire l’abitazione a San Benedetto Po l’abitazione di Mohammed Maazouz , nato in Marocco, 41 anni, regolare in Italia. L’uomo è stato prelevato direttamente sul posto di lavoro ove dall’armadiettosono saltati fuori 25 grammi tra cocaina e hascisc. I casa invece, teneva in frigo otto etti di hascisc. Ora il pusher è in carcere a Mantova. .

Un secondo arresto, invece, è scattato in tarda serata in Rubiera dove la Mobile ha in corso un servizio finalizzato alla repressione del traffico di droga di strada. In manette un altro cittadino marocchino, Jawad Hailoula, 3 anni, irregolare sulterritorio nazionale domiciliato a Rubiera: aveva con sè 35 dosi già confezionate di cocaina per un peso complessivo di 33 grammi e 890 euro contanti. Il tutto veniva sottoposto a sequestro ed il giovane veniva tratto in arresto e rinchiuso nelle camere di sicurezza della Questura a disposizione in attesa del processo per direttissima.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *