“Ma allora scherzavi quando ti sei candidata sindaco di Reggio?”
Lettera di Cristina Fantinati a Rossella Ognibene

di Cristina Fantinati*

30/6/2019 – “Allora: cara Rossella (Ognibene, ndr.), hai deciso di dimetterti dal Consiglio Comunale per difendere la Anghinolfi e indirettamente anche il tuo socio in affari Scarpati, indagato pure lui per Angeli e Demoni.

Cristina Fantinati

Ma allora scherzavi quando ti sei candidata a sindaco di Reggio? E scegliendo il tuo business e il tuo studio legale, pensi di rispettare il voto dei tuoi elettori?

E come puoi politicamente giustificare il fatto che preferisci difendere la Anghinolfi, Scarpati, e tutto il sistema dei servizi sociali che gestiva questi minori, piuttosto che lottare per questi bambini dai banchi del Consiglio Comunale?

E che dire del fatto che il tuo Movimento 5 Stelle ha sostenuto con contributi di migliaia di euro proprio la Hansel e Gretel? E come mai al ballottaggio non hai sostenuto Roberto Salati, favorendo in questo modo proprio Vecchi? Si attendono risposte in merito, grazie!”.

*commissaria provinciale Forza Italia Reggio Emilia, consigliera comunale a Novellara

Condividi

2 risposte a “Ma allora scherzavi quando ti sei candidata sindaco di Reggio?”
Lettera di Cristina Fantinati a Rossella Ognibene

  1. Umberto Gianferrari Rispondi

    01/07/2019 alle 06:33

    Ognibene. Cataliotti. Due casi tra loro tanto differenti ?

  2. Telepromozione Rispondi

    02/07/2019 alle 11:45

    Scherza coi fanti ma lascia stare i Santi.
    Secondo me in molti si sono veramente stancati di questo Sistemino del Gratta&Vinci, dei giochini e degli scherzi.

    MOLTISSIMI ANZI.

    Qui e ora
    gli unici GIOCHI che contano sono quelli trovati dalle forze dell’Ordine stipati in uno sgabuzzino;
    quelli, tanto per capirci, che i genitori volevano regalare ai loro FIGLI.

    Come diceva Vanna Marchi, sicuramente da voi apprezzata : E’ CHIAROOOO ?????????????

Rispondi a Telepromozione Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *