L’uomo che Cammina: tre giorni di non-festival
della spiritualità a Castelnovo Monti, la Pietra e Canossa


28/6/2019 –
Inizia subito con incontri piuttosto interessanti il Non Festival L’uomo che cammina, che si sviluppa venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 giugno tra Castelnovo e la Pietra di Bismantova, Canossa e il suo castello, la borgata vettese di Rosano. Tre giorni di iniziative, eventi, ascolto e riflessione dedicati al rapporto tra Uomo, Creato e dimensione spirituale. Tre giorni scanditi dalle “ore” canoniche della vita monastica: mattutino, ora media, vespro e compieta, per riflettere anche sulla dimensione del tempo: il giorno scandito dagli antichi rintocchi delle campane, per accompagnare un uomo che continua a camminare, come il titolo libro di Christian Bobin a cui si ispira il Non Festival.

La giornata di sabato 29 giugno, prevede per il Mattutino (ore 10) la Camminata del coltivare, dalla Pieve di Campiliola a Campo Pianelli e gli Orti dei Frati, sotto le pareti della Pietra di Bismantova, accompagnati dalle meditazioni di don Giordano Goccini, e insieme a Giuseppe Piacentini, Comandante del Reparto Carabinieri Forestali del Parco nazionale dell’Appennino

. Per il Vespro (ore 18) al Castello di Canossa una suggestiva lezione – concerto dal titolo “Bismantova a Canossa. Dante, Matelda e l’Appennino”, con Marco Santagata, scrittore, critico letterario e docente universitario italiano, autore di ricerche scientifiche e romanzi, tra cui Il maestro dei santi pallidi col quale ha poi vinto il Premio Campiello,e Come donna innamorata (finalista al Premio Strega), titolo preso da un verso del Purgatorio, XXIX canto in cui appunto Matelda viene descritta come unica abitante fissa del Paradiso Terrestre, che condurrà il poeta al cospetto di Beatrice. Il suo intervento sarà sottolineato da brani proposti da Letizia Spaggiari (flauto) e Francesca Davoli (fagotto).

Per Compieta (ore 21) ci si trasferirà al Salame di Felina, la torre medievale che domina il paese, per “Il silenzio della Natura e la natura del Silenzio”, conversazione con Roberto Favaro (musicologo, vice Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera) e Marco Pedrazzini (musicista), accompagnati da brani proposti con Icarus Ensemble. Il programma completo de L’Uomo che cammina è disponibile sul sito del Comune di Castelnovo Monti e sul sito del Teatro Bismantova.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *