Angeli e Demoni: due donne unite civilmente colpite da divieto di avvicinare la minore affidata a loro
L’on. Vinci: “Risvolti viscidi, una aveva una storia con la responsabile dei servizi sociali”

29/6/2019 – Inchiesta Angeli e Demoni: come già riferito da Reggio Report, tra le 27 persone indagate e colpite da misure cautelari figurano due donne destinatarie del divieto – disposto dal Gip Ramponi su richiesta del Pm Valentina Salvi -di avvicinare e comunicare con la minore alla quale era stata loro affidata, a causa di presunti maltrattamenti.

Alla vicenda ha dedicato un’intera trasmissione Radio Padana Libera prendendo le mosse da un post del deputato reggiano Gianluca Vinci, segretario della Lega Emilia, il quale ha parlato di risvolti “inquietanti e viscidi “.

“Una delle bambine coinvolte nell’inchiesta – secondo Vinci – era stata affidata a due donne perché una di queste era una lesbica che aveva avuto una storia con la responsabile dei servizi sociali arrestata ieri”: l’ on. Vinci si riferisce a Federica Anghinolfi, ai domiciliari da giovedì come Claudio Foti, sua moglie Claudia Bolognini (associazione Hansel e Gretel di Moncalieri) e il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti.
“Due lesbiche . ha aggiunto Vinci – che stando alle notizie si erano “sposate” in Sala del Tricolore l’anno scorso”. Alle due donne è vietato tassativamente di avvicinarsi e di comunicare con qualsiasi mezzo con la minore, alla quale avrebbero – secondo le accuse – “imposto un orientamento sessuale”: le avrebbero impedito, fra l’altro, di tenere i capelli sciolti in quando richiamo per i maschietti a scuola.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *