Politica, Selfie & Porchetta: gli anti-Salvini contro i panini più buoni di Reggio. Valanga di insulti e minacce sui social

DI PIERLUIGI GHIGGINI

7/5/2019 – Quando la politica si declina con porchetta (e social).
Gli anti-Salvini si sono scatenati contro le Terme del Colesterolo, la paninoteca di Sotto Broletto, il locale più gettonato di Reggio, da quasi tre anni in testa a Trip Advisor, e diventato famoso anche all’estero per la sua interpretazione controcorrente del nimèl (maiale) come trionfo della gastronomia svelta, ma chilometri zero, tradizionale e naturalmente prelibata, in contrapposizione al veganesimo gastronomically correct.

E’ successo che il fondatore e patron delle Terme, Davide Cocconi, ha fatto un selfie con il ministro dell’interno Salvini, venuto a Reggio venerdì per un bagno di folla a sostegno del candidato sindaco del centro destra roberto Salati.

Davide Cocconi patron delle Terme del Colesterolo di Reggio Emilia davanti a 400 chili di porchetta ripiena di cotechini e salsicce

Cocconi, che è un vero “animale” da social – ogni sera passa un paio d’ore a rispondere personalmente a tutti i clienti – ha postato la foto con Salvini sul sito sulla pagina Facebook delle Terme del Colesterolo , come ha fatto in molti altri casi con attori, sportivi, esponenti politici di destra e di sinistra. Ma questa volta si è scatenato il finimondo: una valanga di insulti (fascista e razzista i più gentili), minacce di boicottaggio del locale, like tolti in men che non si dica, improperi di ogni genere e lui, alla moglie e anche alla figlia di 13 anni. Non sono mancate di minacce di dargli “quello che si merita”, e di spedizioni punitive nel piccolo locale “a caccia di fascisti”.

Insomma, davanti al Cocconi si sono spalancate le porte dell’inferno, e la questione in poche ore è diventata nazionale, con post da tutta Italia. Migliaia e migliaia di post: in 48 ore ben 10 mila 800 commenti, che neanche le Kardashian che le loro campagne gestite su Instagram da una legione di comunicatori…

Kim Kardashian

Il selfie con Salvini è diventato una battaglia campale politica sui social, con uno scontro frontale tra anti-Cocco e sostenitori delle Terme, che naturalmente si sono fatti sentire anche loro con migliaia di post.

Un esempio delle gentilezze indirizzate su Facebook alle terme del Colesterolo

La violenza dell’attacco, soprattutto le dimensioni della battaglia, ieri pomeriggio hanno spinto Davide Cocconi a togliere il selfie dalla pagina facebook della Terme, aggiungendo un post di spiegazioni e di scuse.

“Paura? No, ma sconcerto sì – dice oggi a Reggio Report – Il mio è stato un gesto di umiltà, anche se molti mi hanno sconsigliato di farlo, perchè le Terme del Colesterolo sono di tutti e i miei panini sono per tutti. Panini che mettono tutti d’accordo, e nessuno deve sentirsi offeso da me, o urtato nella propria sensibilità. E per le Terme, sia chiaro, il nero è il colore del maiale per il ganassino, il migliore che c’è in circolazione”. Insomma, per dirla con Bennato, sono solo canzonette/non mettetemi alle strette. Anzi, sono pork-panini, ma la sostanza in fondo è la stessa.

“Se rifarei il selfie con Salvini? Certo che lo rifarei, così come fatto ed esposto le foto col sindaco Vecchi, con Corradino Mineo, Matteo Richetti e tanti altri, senza che nessuno avesse nulla da ridire – risponde Cocconi – Quello che non posso accettare sono le minacce e gli insulti gratuiti.

Le Terme del Colesterolo a Radio Dee Jay Tv

Devo dire che in queste ore tantissimi messaggi di solidarietà e di sostegno: una quantità enorme, sono grato a tutti. Il mio post di ieri ha già raggiunto più di novemila persone. E la pagina Facebook delle Terme ora ha trecento like in più”.

Da questa vicenda, emblematica di come i social stanno cambiando anche il nostro piccolo mondo, si possono trarre alcune considerazioni:

  1. Ormai la politica, e in particolare questa campagna elettorale, si gioca sul web e sui social network;
  2. Le Terme del Colesterolo di Reggio Emilia sono diventate una potenza mediatica, oltre che gastronomica. Una case history da studiare nelle università;
  3. L’aria a Reggio Emilia sta diventando irrespirabile, e non solo per lo smog: lo diventa a causa di una violenza settaria e inquietante da parte di una sinistra, catechizzata da qualche cattivo maestro, per cui chiunque la pensi diversamente è fascista e non ha diritto di cittadinanza. Il caso Salvini-Terme del Colesterolo è emblematico della deriva virulenta e violenta di questa campagna elettorale. Naturalmente in tale modo la sinistra ha tutto da perdere: lo ha insegnato la storia mille volte, ma naturalmente sono, ancora una volta, prediche inutili.

Condividi

7 risposte a Politica, Selfie & Porchetta: gli anti-Salvini contro i panini più buoni di Reggio. Valanga di insulti e minacce sui social

  1. Guido Rispondi

    07/05/2019 alle 14:24

    La mia solidarietà a Cocconi, e poi una piccola considerazione questi non perdono mai il vizio, chi non li condivide va indicato al pubblico ludibrio, era così nei giorni immediatamente dopo la liberazione, sono passati 70 anni, ma questi anno l’elasticità mentale del bufalo cafro, che come noto ha 20 cm di osso!!

  2. Ivaldo Casali Rispondi

    07/05/2019 alle 16:44

    I comportamenti inqualificabili dei “democratici” della sinistra cattocomunista!

  3. Fausto Poli Rispondi

    07/05/2019 alle 21:20

    Invece di intervenire scrivendo per qualcosa di positivo..
    .
    … Prosopopea prosopopea. Faranno e tradiranno come gli altri. Se va su uno non nel giro politico fara’ uguale. Io non mi aspetto nulla dal nuovo sindaco, purche’ non sia come Graziano Del Rio. Preferisco un inesperto a un figuro alla Del Rio.

  4. W Corrado Costa Rispondi

    08/05/2019 alle 08:14

    Una volta i ‘porci comodi’ erano tutt’altro…che brutta fine i kkkomunisti….

  5. Fausto Poli Rispondi

    08/05/2019 alle 10:13

    Che mega mega conflitto di interessi con questi fallimenti forzati Tecton Unieco coopsette.

  6. Giovanna Rispondi

    08/05/2019 alle 17:10

    Che cosa c’entra la politica con un ristorante?

    • Giovanna 2 Rispondi

      10/05/2019 alle 08:41

      chiedilo a Farinetti…..:((

      😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *