Latitante a Reggio, esponente del clan dei casalesi si costituisce al carcere di via Settembrini

9/5/2019 – Ernesto Ancona, 42 anni, di Casal di Principe, esponente del clan dei casalesi, si è costituito in carcere a Reggio Emilia. Deve scontare una pena a un anno e sette mesi per associazione camorristica, estorsioni e detenzione di armi. Si è presentato in via Settembrini accompagnato dal suo legale, mettendo fine a una latitanza – in atto da quando la sentenza è passata in giudicato – evidentemente trascorsa nel reggiano, almeno nella sua ultima fase. Nel 2008 Ancona fu coinvolto in un blitz in cui furono arrestate 32 persone gravitanti nei gruppi Bidognetti e Tavoletta-Cantiello. Cinque anni prima era stato sorpreso dalle forze dell’ordine in una riunione del clan camorristico di Casal di Principe.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *