La tragedia di Fabio, 18 anni, morto in moto sull’Autocisa
La Procura di Massa indaga per omicidio colposo

8/5/2019 – La Procura della repubblica di Massa Carrara ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di omicidio colposo per la morte di Fabio Ferrari, 18 anni, di Castelnovo Sotto, che sabato pomeriggio si è schiantato contro un tir sull’autostrada della Cisa, nei pressi del valico, in uno scambio di carreggiata dopo Berceto, mentre viaggiava verso Carrara sulla sua nuova moto nuova di zecca. Suo padre Davide Ferrari, produttore di video molto conosciuto nel mondo della comunicazione a Reggio e a Parma, lo seguita in auto: ha visto il figlio morire in un istante, e ora è un uomo distrutto dal dolore. Il magistrato non ha ritenuto di dover procedere all’autopsia, quindi la salma di Fabio è a disposizione della famiglia per i funerali. L’apertura del fascicolo per omicidio colposo si è resa necessaria per valutare eventuali responsabilità del conducente del Tir – che comunque – a quanto si appreso non ha potuto far nulla per evitare la tragedia, ma anche responsabilità connesse alle condizioni dell’autostrada, che in quel punto a corsia unica a doppio senso, perchè la corsia sud è chiusa a causa di lavori. Si dovrà inoltre accertare se l’incidente non sia stato causato da un guasto meccanico: Fabio stava appunto portando la moto alla concessionaria di Carrara per alcuni controlli.

Castelnovo Sotto e l’istituto Secchi sono sotto choc per una tragedia improvvisa e al momento senza spiegazioni.
Questa mattina, subito dopo l’intervallo tutte le classi dell’istituto reggiano si sono unite in un momento di raccoglimento in ricordo di Fabio, il loro compagno di scuola studente della Quarta B. La preside Maria Grazia Diana ha annunciato una iniziativa per ricordare in modo permanente il ragazzo morto poco prima della galleria di valico dell’Autocisa.

Fabio Ferrari con la sua moto

Ieri pomeriggio il sindaco di Castelnovo Sotto Francesco Monica, che ha appreso della tragedia mentre presiedeva una riunione di Giunta, ha subito espresso il cordoglio a nome di tutta la comunità: Quando si perde la vita a soli 18 anni, è un dramma per tutti. Manifestiamo il nostro cordoglio ai familiari di Fabio, conosciuti e stimati in paese”.

Davide Ferrari e Fabio erano partiti dopo pranzo da Castelnovo Sotto alla volta di Carrara: erano appunto attesi in concessionaria per una messa a punto della moto acquistata da poco tempo. Dopo un viaggio tranquillo, la tragedia improvvisa nei pressi del valico sulla corsia nord, come detto a doppio senso di marcia. La tragedia è stata improvvisa: non si sa per quale ragione Fabio ha perso il controllo in una curva ed è finito nell’altra corsia, dove in quel momento sopraggiungeva l’ autoarticolato.

Il conducente, sotto choc, ha dichiarato agli agenti della Polstrada di Pontemoli, intervenuti sul posto, di aver visto Fabio volare letteralmente contro il camion. Gli operatori della Polizia stradale hanno trovato il padre e il conducente, impietriti dal dolore, davanti al corpo di Fabio senza vita, disteso sull’asfalto dell’Autocisa. In serata il giovane è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale di Pontremoli. L’autostrada è rimasta chiusa per ore, con uscita obbligatoria a Pontremoli, e automobili e mezzi pesanti che si sono riversati sulla vecchia statale della Cisa.

Fabio Ferrari (dal profilo Facebook)

Fabio, oltre al papà, lascia la mamma e la sorella di 12 anni.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *