Le celebrazioni per la Madonna della Ghiara: il 12 maggio pontificale con il cardinale Parolin
Indulgenza plenaria sino all’8 dicembre

12/4/2019 – Presentato questa mattina il programma delle Celebrazioni del quarto centenario dell’inaugurazione della Basilica della Ghiara.  Al Chiostro minore della Ghiara, il ricco calendario di iniziative è stato illustrato dal vescovo di Reggio Massimo Camisasca, dal presidente della Provincia di Reggio Emilia Giorgio Zanni, dal sindaco Luca Vecchi e da Gino Farina, coordinatore del Comitato per le celebrazioni.

Il quadro della Madonna della Ghiara

Primo appuntamento domenica 28 aprile (ore 17) con la presentazione di un documentario multimediale sul tempio della Beata Vergine della Ghiara e dialoghi con Angelo Mazza e Carlo Baja Guarienti; ultimo appuntamento domenica 8 dicembre (ore 16) con la santa messa episcopale presieduta dal vescovo Camisasca a conclusione del periodo giubilare e di indulgenza che si aprirà lunedì 29 aprile (ore 18.30), sempre con una messa episcopale

. Nel mezzo – domenica 12 maggio, proprio nel giorno del quarto centenario della traslazione dell’immagine miracolosa della Madonna della Ghiara – il Pontificale presieduto dal cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato di Papa Francesco.   

“Per la Provincia è un piacere ed una fortuna poter accompagnare questo percorso, denso di iniziative importanti e significative, per celebrare un luogo di culto che è principalmente, ma non esclusivamente cittadino, perché caro davvero a tutti i reggiani, dall’Appennino al Po”, ha tra l’altro detto il presidente Giorgio Zanni, soffermandosi inparticolare su due eventi che vedranno l’ente provinciale protagonista. “A partire dalla restituzione alla comunità dell’importante affresco raffigurante la Beata Vergine della Ghiara ritrovata nei locali di Palazzo Ducale, ora sottoposto a un’opera di restaura che verrà svelato sabato 7 settembre, alle 10, durante la Giareda”.

da sinistra il vescovo Massimo Camisasca, il presidente della Provincia giorgio zanni, il sindaco Luca Vecchi e Gino Farina, coordinatore del comitato per le celebrazioni.

ha annunciato il presidente Zanni. Una cappella affrescata scoperta per caso, spostando alcuni scaffali durante un trasloco di uffici della Prefettura, sulla quale, coordinato dall’architetto Maria Cristina Costa, sta lavorando da settembre un pool di restauratori formato da Andrea Onsi, Andrea Cremaschi e dall’impresa Franchini per la parte edile. “Un lavoro avviato dalla Provincia durante la presidenza Manghi decidendo di investire, grazie all’avanzo di gestione, parte dei fondi destinati alla manutenzione del patrimonio immobiliare in un momento storico non semplice per questo ente, sottolineando ancora di più l’intenzione di voler partecipare in modo fattivo e concreto a queste importanti celebrazioni per i 400 anni della Ghiara”, ha detto Zanni.

L’interno della Basilica della Ghiara

Sabato 11 maggio, dalle 9 alle 12.30, la sede della Provincia di Reggio Emilia, di fronte alla Basilica, ospiterà inoltre le operazioni di emissione del francobollo celebrativo con annullo speciale da parte di Poste Italiane.

In occasione delle celebrazioni dal 29 aprile all’8 dicembre 2019, la Penitenzieria Apostolica del Vaticano ha concesso l’indulgenza plenaria “da lucrarsi alle solite condizioni (Confessione, Comunione e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice)” ai pellegrini e ai fedeli “veramente pentiti e spinti dalla carità” che visitino la Basilica della Ghiara e partecipino devotamente ai riti. L’indulgenza plenaria può essere egualmente ottenuta dagli anziani, dagli infermi e tutti coloro che per un grave motivo non possono uscire di casa.

Il decreto della Penitenzieria apostolica per l’indulgenza plenaria in occasione delle celebrazioni della Madonna della Ghiara
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *